Arrestato un 37enne per sequestro di persona, lesioni personali gravi, minacce e maltrattamenti in famiglia e danneggiamento

GALLIPOLI – Nella serata di ieri è giunta al Commissariato di Gallipoli una richiesta di aiuto con la quale un interlocutore segnalava una donna sequestrata e maltrattata in casa dall’attuale convivente.

I poliziotti si sono immediatamente recati presso l’abitazione. La scena è stata terrificante. Gli agenti, entrati a casa, hanno trovata la donna chiusa a chiave in una stanza.

La stessa si presentava molto denutrita e con evidenti ecchimosi sulle braccia, sulle gambe e sul collo.

Tranquillizzata dai poliziotti e soprattutto rassicurata che l’incubo ormai era finito la donna è riuscita a confidare agli agenti intervenuti – e che per lei in quel momento erano dei veri e propri angeli – la propria condizione psico-fisica.

La vittima ha dichiarato di essere stata ridotta in uno stato di prostrazione caratterizzato da minacce gravi e sistematiche, tali da indurla a rinunciare a qualsivoglia richiesta di aiuto o tentativo di fuga, cosa che effettivamente non poteva fare avendo peraltro subito la distruzione del cellulare da parte del convivente.

È bastato poco ai poliziotti di Gallipoli riscontrare la piena responsabilità dell’uomo che è stato arrestato e condotto presso la casa circondariale di Lecce.