#ARTINTYPE 2017 approda a Torino il 3 febbraio

Il progetto promosso dalle Grafiche Martintype si apre verso nuovi orizzonti e diventa un progetto dal respiro nazionale

Artintype 2017

TORINO – Da venerdì 3 febbraio 2017, ore 17.00 presso la Sala D’Onore dell’Accademia Albertina, via Accademia Albertina – Torino (TO), avrà inizio la XIII edizione di Artintype 2017, un progetto che conferma il suo intento di ricerca e valorizzazione delle nuove leve dell’arte contemporanea in un’ottica di collaborazione e interscambio con il mondo imprenditoriale e produttivo.

Tema di quest’anno è: la fabbrica dell’arte: Nuovi percorsi di senso tra creatività e produzione, Artintype inoltre, abbandona i confini regionali per approdare nella città più produttiva e industriale d’Italia, Torino, che da alcuni anni sta trasformando la propria identità per merito dell’arte.

Presso il Salone d’Onore dell’Accademia Albertina di Torino si terrà quindi l’evento di presentazione del Calendario Artistico delle Grafiche Martintype. Ad aprire la serata saranno il Presidente dell’Accademia Albertina Fiorenzo Alfieri e il Direttore Salvo Bitonti.

Il progetto artistico di Artintype 2017 e il Calendario verranno illustrati dal direttore Artistico Tony Cetta mentre Enrico ed Emanuela Damiani delle Grafiche Martintype spiegheranno come si è evoluto il progetto e dei mezzi a supporto di esso.

Saranno i docenti delle scuole di Pittura, Giuseppe Leonardi, Arcangelo, Laura Avondoglio e il docente del corso di illustrazione, Daniele Gay, della scuola di Grafica d’Arte a presentare le opere e gli artisti che hanno partecipato all’iniziativa.

“A questo ha sempre teso il progetto Artintype, realizzare un’opera corale in cui il lavoro congiunto di un’azienda grafica e di un’accademia di belle arti, “fabbriche dell’arte” che nutrirà per un anno l’immaginario di quanti vi entreranno in contatto – sottolinea Enrico Damiani – ed oggi è diventato un progetto sempre più itinerante e sempre più a contatto con il mondo produttivo ed imprenditoriale, che comunica con le aziende mettendole in connessione tra loro attraverso l’arte e l’innovazione”.