A Bergamo “Si viaggia all’insù”: mostra dell’Ingegnere Alessandro Ferretti

A Bergamo Città Alta la prima mostra interamente dedicata all’ingegnere Alessandro Ferretti, dal 15 settembre al 15 ottobre 2017

Si viaggia all'insù

ATB e Fondazione Bergamo nella storia presentano la mostra “Si viaggia all’insù. Alessandro Ferretti l’ingegnere del progresso”. L’evento ricorre in occasione dei 110 anni dalla nascita di ATB – Azienda Trasporti Bergamo (1907). Oltre che dei 130 anni trascorsi dall’inaugurazione della Funicolare di Bergamo (1887).

La mostra ad ingresso libero e gratuito, sarà inaugurata venerdì 15 settembre alle ore 18.00, presso l’Ex Ateneo in Piazza Duomo, Città Alta a Bergamo. Sarà visitabile dalle ore 9.30 alle ore 18.00 fino a domenica 15 ottobre 2017.

Per la prima volta in Italia una mostra interamente dedicata all’ingegnere emiliano Alessandro Ferretti (1851-1930). Autore di pionieristiche soluzioni per i trasporti su binario e su rotaia in tutta Italia, nonché ideatore della Funicolare che ancora oggi collega a Bergamo la città alta con la bassa. La mostra è suddivisa in una parte espositiva, realizzata con documentazione originale. E in una multimediale dedicata alla figura di Ferretti nel contesto italiano legato al progresso industriale e al conseguente sviluppo delle infrastrutture.

La mostra:

Particolare attenzione è riservata ai progetti realizzati a Bergamo. La funicolare che collega la parte alta e quella bassa della città – inaugurata nel 1887 e considerata il suo migliore impianto. Inoltre una rete tramviaria di collegamento tra la stazione inferiore della funicolare e le zone limitrofe al centro cittadino. Entrambe le realizzazioni formano il primo sistema di trasporto locale, inizialmente gestito dallo stesso Ferretti.

Le sezioni espositive comprendono materiale relativo alle effettive opere eseguite dall’ingegnere. Funicolari ideate per le esposizioni universali, che nel periodo postunitario rivestono una funzione significativa nel processo di modernizzazione del Paese (come la funicolare sul Monte dei Cappuccini a Torino e impianti a Bologna per il colle della Guardia e colle di San Michele in Bosco). Impianti di risalita sospesi per trasporto merci e il primo in Italia per trasporto persone. Brevetti applicati in svariati ambiti, in particolare il freno di sicurezza, noto come “sistema di sicurezza Ferretti”.

Ampio spazio è dedicato ai numerosi progetti mai realizzati, spesso vere e proprie visioni, opere avveniristiche e all’avanguardia rispetto ai tempi, talvolta non sostenibili per ragioni economiche e tecniche. Dagli ascensori per edifici storici, come quello con propulsione ad aria compressa per la Torre degli Asinelli a Bologna. Alle migliorie per le comunicazioni con un nuovo telegrafo a gas ed alle applicazioni di impianti in ambito agricolo e militare. Il percorso racconta anche i numerosi brevetti, oggetto di privativa industriale, e i progetti, i più rilevanti e innovativi impianti costruiti in diverse località in tutta Italia.