Blues Made in Italy: il 7 ottobre a Cerea, l’evento Blues dell’anno

Blues Made in Italy: sabato 7 ottobre torna a Cerea l’VIII edizione del Raduno Nazionale, il più grande evento Blues dell’anno

Blues Made in Italy

CEREA – La Città di Cerea, anche quest’anno, è pronta ad accogliere il raduno nazionale Blues Made in Italy, giunto all’ottava edizione. Sabato 7 ottobre 2017, a partire dalle ore 10:30, presso l’Area Exp di Cerea (VR), si terrà quindi l’8° raduno nazionale Blues Made In Italy.

15 ore ininterrotte di Blues, 3 palchi, oltre 50 artisti e 60 espositori di strumenti musicali artigianali provenienti da tutta Italia. Concerti dal vivo, seminari di approfondimento e presentazioni di novità editoriali. Con la conduzione d’eccezione di Maurizio “Dr. Feelgood” Faulisi di Virgin Radio.

Tre i palchi:

Uno per il blues elettrico, uno per quello acustico e uno dedicato alle esibizioni estemporanee. Spazio anche dedicato alle presentazioni sia di nuove produzioni editoriali che di seminari di approfondimento. Un continuo susseguirsi di esibizioni dal vivo

Gli artisti:

Sul palco centrale: Adriano Degli Esposti, Alex Usai Band, The Big Blue House, Big Man James Trio, The Blues Queen, BJ & Blues Guys, Bluesberry Field, BluesMec Blues Band, The C.Zek Band, Mike Coacci Band, Fabio Nobili, Fabi’s Blues Band, Filippo “Bluesboy” Barontini, Frammenti Diatonici, Frank Lo Prete & The Timesless Riders, Hope In Trouble, Hot Shanks Blues Band, Manolo & Vintage Factory, Martin’s Gumbo Blues Band, Matteo Pizzoli’s True Grit, Maurizio Renda Band, Mr. Beard, Piero De Luca & Big Fat Mama, Rufus Party, Van Kery Blues Band.

Sul palco dedicato alle esibizioni unplugged: Andrea Cubeddu, BluesTones, Eugenio Greco & New Mississippi Band, Filippo “The Panda” Ravasio, Gabriele Dodero, Good Old Boys, Henry’s Blues Duo, King Biscuit Time, Marco “Ray” Mazzoli, Meg & Val Bonetti, Midnight Troubles, Rubber Band, Savoia Brothers & Pancaro e Wakaonda.

Oltre a: Limido Brothers, Stefano Zabeo & Angelo “Leadbelly” Rossi, Maurizio Bestetti, Bayou Moonshiners, One Man Bluez, Maurizio Pugno Band, Thomas Guiducci e The Gutbuckets.

Eventi collaterali:

L’esposizione di quadri e incisioni a cura della pittrice veronese Alexandra Balint. Oltre alla mostra fotografica a cura di Gigi Montali. Infine l’attesissima prima biografia in lingua italiana dedicata al cantante-chitarrista irlandese a cura di Fabio Rossi dal titolo “Rory Gallagher: il bluesman bianco con la camicia a quadri”.

Un’ampia area espositiva dove saranno installate esposizioni di prodotti artigianali locali e di liuteria, come amplificatori, chitarre, armoniche a bocca, cigar-box e sistemi di microfonazione, con una predilezione per l’artigianato dedito alla costruzione di strumenti tipici del Blues. Inoltre, a conferma del connubio “Blues & cultura”, sarà allestito uno spazio dedicato al mercatino dell’usato con dischi da collezione, libri e fumetti a tema. Infine le aree ristoro.

INFO: info@bluesmadeinitaly.com