Boldrini telefona alla dottoressa della guardia medica di Trecastagni e la invita alla Camera

Laura BoldriniROMA – “Ammiro la sua forza e la sua determinazione, lei è un esempio”. E’ quanto ha detto la Presidente della Camera, Laura Boldrini, nel corso di una telefonata alla dottoressa della guardia medica di Trecastagni, alle porte di Catania, violentata mentre svolgeva il turno di notte.

La dottoressa nei giorni scorsi aveva denunciato il mancato sostegno delle istituzioni come ha ribadito oggi alla Presidente sottolineando i ripetuti allarmi sulla mancanza di sicurezza delle guardie mediche non solo a Trecastagni.

“Capisco la sua indignazione e il suo dolore lei però deve sapere che non è sola”, ha detto la Presidente invitando  la dottoressa a prendere la parola alla Camera per il 25 novembre, giornata mondiale per l’eliminazione della violenza sulle donne. In quell’occasione l’Aula sarà eccezionalmente aperta di sabato per un’iniziativa che prevede la presenza di oltre 600 donne, provenienti da tutta Italia. “Per me quello sarà un momento di riscatto”, ha detto la dottoressa accettando l’invito.