Boom degli interinali, somministrati 15% occupati a termine

lavoro immigrazioneROMA – Un occupato a tempo determinato su sei in Italia e’ interinale. Sono oltre 351mila i lavoratori in somministrazione, di cui solo il 7,5% a tempo indeterminato (26.250). E’ la fotografia scattata dall’Osservatorio nazionale Ebitemp (ente bilaterale per il lavoro temporaneo) nella nota congiunturale mensile di gennaio.

A novembre il numero medio mensile di lavoratori interinali registra un aumento del 14% su base annua a 351.361 unita’: +11,2% gli occupati a tempo determinato e +65,2% gli assunti a tempo indeterminato. Il rapporto fra occupazione in somministrazione e occupazione totale passa all’1,62% contro l’1,42% di novembre 2014. Rispetto al complesso dell’occupazione a termine, la somministrazione pesa per il 15% a novembre 2015 contro il 13,6% dello stesso mese del 2014.

Le ore lavorate risultano 34,9 milioni, in aumento del 15,7% su base annua. Le ore lavorate per lavoratore, a ottobre, segnano un incremento dell’1,5% rispetto a novembre 2014. Il monte retributivo registra una crescita tendenziale del 21,9% mentre la variazione congiunturale e’ pari al +3,8%. Guardando ai settori d’attivita’, sulla base dei dati Inail disponibili al terzo trimestre 2015, l’incremento maggiore rispetto al terzo trimestre 2014 si registra nel settore dell’Istruzione (+63,7%) e nell’industria dei mezzi di trasporto (+60,5%). A registrare la percentuale di crescita minore e’ invece il comparto dell’agricoltura (6,2%). Nei servizi pubblici gli occupati interinali sono aumentati del 17,8%.