Brexit: Gb al voto, sondaggi al foto-finish con esiti contrastanti

Bandiera ingleseLONDRA – Si vota in Gran Bretagna dalle 7 ora locale (le 8 in Italia) per tutta la giornata sulla permanenza del Regno Unito nell’Ue (i seggi chiuderanno alle 22, le 23 in Italia). Il mondo e’ con il fiato sospeso in attesa di un risultato, che si sapra’ nelle prime ore di venerdi’; e intanto i sondaggi dell’ultim’ora danno risultati contrastanti, anche se la maggioranza assegna un leggero vantaggio al fronte Remain.

Il maltempo, che ha causato caos nel traffico a Londra e in Inghilterra meridionale, potrebbe pero’ ridurre l’affluenza e spingere il risultato verso la Brexit. Un sondaggio di Comres per il quotidiano euroscettico Daily Mail e l’emittente ITV News da’ un comodo vantaggio all’opzione favorevole alla permanenza nell’Ue (48%, contro il 42% per la Brexit); ma rileva che l’11 per cento degli intervistati a poche ore dall’apertura dei seggi era ancora indeciso.

Il sondaggio conferma anche che il Paese e’ diviso anche da un punto di vista anagrafico: gli over 45 sono nettamente a favore di Leave. Tutte le fasce d’eta’ al di sotto, sono in gran parte favorevoli a rimanere, con una percentuale che sale al 64% contro il 26% tra coloro che hanno tra 25 e 34 anni; mentre tra coloro che hanno tra 55 e 65 anni, solo il 31% vuole rimanere, e il 55% votera’ Leave.

Un altro sondaggio realizzato da YouGov nelle ultime ore da’ un margine molto piu’ ravvicinato (51% per la permanenza, 49% per la Brexit). Una rilevazione Opinium assegna invece un leggero vantaggio all’opzione Leave, 45% dei voti, rispetto al 44% degli europeisti, e un 9% di indecisi. L’ultima inchiesta pubblicata dalla societa’ TNS da’ i favorevoli alla Brexit avanti, con il 43% rispetto al 41% dei filo-europei, con una significativa proporzione di indecisi, il 16%.

L’ultimo sondaggio di ORB International da’ invece un 54% di appoggio alla permanenza nell’Ue e un 46% alla Brexit. Survation assegna davanti i favorevoli all’Ue con il 45% rispetto al 44% di quelli che vogliono abbandonarla, con una percentuale di 11% di indecisi.