Camera dei Deputati: question time con i ministri Orlando, Finocchiaro e Padoan

ROMA – Si svolgerà oggi, mercoledì 14 giugno, alle 15 il question time trasmesso dalla Rai in diretta televisiva dall’Aula di Montecitorio. Il ministro della Giustizia, Andrea Orlando (foto), risponderà a interrogazioni sull’attribuzione del cognome ai figli, alla luce della sentenza n. 286 del 2016 della Corte costituzionale, con particolare riguardo al rispetto del principio di parità tra i genitori  (Galgano – CI); sulle iniziative normative per la revisione delle procedure in materia di allontanamento dei minori dal relativo nucleo familiare in attuazione di provvedimenti dell’autorità giudiziaria  (Binetti ed altri – M-UDC-IDEA); sulle iniziative per incrementare gli organici della Procura di Treviso, anche alla luce  delle nuove esigenze istruttorie derivanti dalla vicenda giudiziaria riguardante Veneto Banca (D’Incà ed altri – M5S).

La ministra per i Rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro, risponderà invece a un’interrogazione sulla disciplina dei voucher per le prestazioni di lavoro accessorio (Laforgia ed altri – MDP); ad una interrogazione – rivolta al ministro degli Esteri – sulle iniziative volte ad implementare le politiche relative alle questioni oggetto del recente vertice dei Paesi del G7 svoltosi a Taormina (Rampelli ed altri – FdI-AN).

Infine il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, risponderà a interrogazioni su recenti incarichi dirigenziali attribuiti presso l’Agenzia delle entrate (Zanetti – SC-ALA CLP-MAIE); sulle iniziative in relazione alle operazioni di chiusura di contratti derivati stipulati dal Ministero dell’economia con la banca Morgan Stanley, alla luce di recenti rilievi formulati dalla Corte dei Conti (Brunetta – FI-PdL); sulle iniziative volte alla rimozione dei dirigenti del Ministero dell’Economia coinvolti nell’inchiesta avviata dalla Corte dei Conti in relazione a contratti derivati sottoscritti con la banca Morgan Stanley (Paglia ed altri – SI-SEL-POS); sulle iniziative per la ricapitalizzazione di Banca popolare di Vicenza e Veneto Banca, al fine di evitare l’applicazione della procedura di bail-in (Busin ed altri – LNA); sulle trattative in corso con le autorità europee per la ricapitalizzazione di Banca popolare di Vicenza e Veneto Banca, con particolare riferimento all’ipotesi di coinvolgimento delle maggiori banche nazionali (Moretto ed altri – PD).