Catania: “vendeva” posti di lavoro, arrestato un truffatore

CarabinieriCATANIA – I Carabinieri di Misterbianco (CT) hanno arrestato un 56enne in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dal Tribunale di Catania. L’uomo è stato condannato per truffa; il reato fu commesso a Catania tra il 2012 e il 2013. Il 56enne dovrà espiare 4 anni e 6 mesi di reclusione presso il carcere di Catania.

“Lo stato di necessità, la disperazione di una ricerca affannosa di un posto di lavoro e di una sistemazione porta a fare scelte molto sbagliate. E’ quello che avvenne a Catania tra il 2012 e 2013 quando circa 300 persone furono truffate da un uomo che si spacciava per funzionario regionale, intascando denaro con la promessa di un lavoro che si è rilevato un miraggio”, interviene Carmelo Finocchiaro, presidente nazionale di Confedercontribuenti.

L’uomo pertanto “vendeva” posti di lavoro in Regione e, facendo leva sulla ingenuità e disperazione, ha truffato intere famiglie. Alla notizia dell’arresto una delle giovani truffate ha dichiarato: “Questa lunga catena si è interrotta grazie a Confedercontribuenti”.

“Come Confedercontribuenti abbiamo sentito subito puzza di bruciato e abbiamo subito messo in guardia che l’uomo fosse solo un truffatore. Oggi con l’arresto abbiamo dato testimonianza che perseguire la strada della legalità è la strada migliore. Ringrazio per la collaborazione le forze dell’ordine che non ci abbandonano mai. La nostra prossima mossa sarà la richiesta di risarcimento danni. Per il momento il truffatore, grazie a noi, durante questa calda estate sarà al fresco!”, conclude Finocchiaro.