C’è lo sciopero degli avvocati penalisti, stop ai processi

ROMA – Processi penali a rischio domani, 13 marzo, e dopodomani, 14 marzo: gli avvocati penalisti si asterranno dalle udienze per protestare contro la mancata approvazione della riforma dell’ordinamento penitenziario.

E domani parteciperanno a una manifestazione a Roma organizzata dall’Unione delle Camere penali, a cui interverranno anche giuristi, magistrati, giornalisti e Rita Bernardini del Partito Radicale, che a sostegno della riforma ha attuato, assieme a migliaia di detenuti, lo sciopero della fame.

Nei giorni scorsi l’Ucpi, con altre associazioni, giuristi (tra i quali diversi presidenti emeriti della Corte costituzionale) e personalità della società civile, ha sottoscritto un appello al governo perchè approvi in via definitiva la riforma “riportando l’esecuzione penale entro una cornice di legalità costituzionale e sovranazionale dopo le umilianti condanne europee”.