Centenario nascita Aldo Moro: Boldrini, “Contribuì al consolidamento della democrazia”

Laura BoldriniROMA – “La figura di Aldo Moro è indissolubilmente legata, nella memoria di tutti gli italiani che oggi hanno più di 50 anni, all’orrore che avvolse il Paese il giorno della strage di via Fani e al dolore che segnò la conclusione, in via Caetani, di quei 55 giorni di angoscia. Ma la grandezza dello statista democristiano, del quale oggi celebriamo il centenario della nascita, non sta solo nel tragico epilogo della sua vita. Aldo Moro ha contribuito in maniera determinante al consolidamento della democrazia italiana. E’ per questo che finì nel mirino delle Brigate Rosse, ed è per questo che ancora oggi gli dobbiamo gratitudine”.

È quanto dichiara, in una nota, la Presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini (foto), a proposito del centenario della nascita di Aldo Moro.

“Da politico e da uomo delle istituzioni – aggiunge la Boldrini – ha saputo mettere in pratica una difficile apertura alle istanze di trasformazione che salivano dalla società italiana, ed in particolare alle inquietudini e alle contestazioni che venivano dal mondo giovanile. Di questa capacità di ascolto e di inclusione c’è bisogno oggi più che mai, se vogliamo che si riduca la distanza – purtroppo assai cresciuta, rispetto agli anni di Moro – tra i cittadini e le istituzioni rappresentative”.