Codacons: “Le dimissioni di Giuseppe Vegas non bastano”

CodaconsROMA – “Le dimissioni di Giuseppe Vegas non bastano. La Consob e il suo presidente dovranno rispondere in tribunale dei danni arrecati agli obbligazionisti di Banca Marche, Banca Etruria, Carife e Carichieti, in relazione alle omissioni dell’ente e alle responsabilità sul fronte delle carenti informazioni rese ai risparmiatori circa i rischi degli investimenti”.

Lo afferma il Codacons, dopo la puntata di ieri di “Report” che ha contestato a Vegas l’eliminazione degli “scenari probabilistici”, ossia l’indicazione sintetica delle probabilità di guadagnare o perdere su un titolo, che avrebbe potuto salvare migliaia di obbligazionisti coinvolti nel salvataggio delle 4 banche.

“Le dimissioni di Vegas da sole non sono sufficienti – spiega il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – noi riteniamo che la Consob debba rispondere del proprio operato dinanzi le aule di giustizia, e per questo il Codacons, unica associazione che sul tema del salvataggio delle banche ha avviato una feroce battaglia legale e un ricorso al Tar contro la legge sul bail-in, ha citato la Commissione sia in sede penale che civile, per rispondere del proprio operato e risarcire i risparmiatori che hanno visto azzerati i propri risparmi”.