Confedercontribuenti: “Equitalia pronta a pignorare mezza Italia”

EquitaliaROMA – “800 italiani sono coinvolti nel grande scandalo dell’evasione fiscale internazionale, ma a scoprirlo non è stata alcuna Agenzia Fiscale Italiana, bensì un gruppo di giornalisti. La notizia arriva quando Equitalia rende noto che nelle prossime settimane procederà ad effettuare i pignoramenti presso terzi, a mezza Italia, se scaduti i 60 giorni dalla notifica della cartella esattoriale, non si è proceduto ad effettuare il pagamento”.

E’ quanto si legge in una nota di Confedercontribuenti, che poi aggiunge polemicamente: “Insomma, mentre i miliardari portano nei paradisi fiscali i miliardi evasi e in molti casi riciclando soldi di dubbia provenienza, le imprese italiane si ritroveranno una nuova emergenza che li porterà ulteriormente a “chiudere” i cancelli e licenziare i lavoratori”.

Il Presidente di Confedercontribuenti, Carmelo Finocchiaro, denuncia: “Come è possibile che non si riescano a colpire i grandi evasori? Sembrerebbe che si voglia ‘quasi con una regia programmata’, fare terra bruciata delle piccole e medie imprese italiane, vera ricchezza nazionale, non dando la possibilità di rientrare dei debiti fiscali iscritti a ruolo, con un piano di pagamenti compatibile per ogni azienda, senza sanzioni e interessi, mentre proprio oggi l’Istat ha certificato che la pressione fiscale resta altissima”.