Confindustria: “Incomprensibile la scelta sugli Npl, imprese estremamente preoccupate”

ROMA – Una scelta che appare “incomprensibile” e “irragionevole”. Così Confindustria definisce l’addendum sul trattamento degli Npl messo in consultazione dalla Bce, per cui le imprese si dicono “estremamente preoccupate”.

Secondo Confindustria, il nuovo documento Bce “contiene una serie di previsioni e di automatismi che, se confermati, avrebbero un impatto di grande rilievo sui requisiti patrimoniali delle banche, imponendo loro nuovi e onerosi accantonamenti e anche sul mondo delle imprese con una ulteriore, ingiustificata, stretta nell’offerta di credito”.