Cuneo, ritirate sette patenti nel weekend

Riscontrati in sei casi una guida in stato d’ebbrezza alcolica, in uno influenza di sostanze stupefacenti

CarabinieriCUNEO – Nel fine settimana appena trascorso i carabinieri della Compagnia di Cuneo hanno rafforzato l’attività di controllo del territorio di competenza, mediante l’istituzione di frequenti posti di controllo sulle principali vie cittadine e strade extraurbane, con l’obiettivo di prevenire e contrastare le condotte di guida più pericolose quali l’abuso di alcool o l’assunzione di droghe prima di porsi alla guida.

Al termine dei servizi svolti il bilancio è di 7 automobilisti denunciati all’Autorità Giudiziaria (6 per il reato di guida in stato d’ebbrezza alcolica ed 1 per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti).

Lungo la strada che da Cuneo conduce a Boves un disoccupato marocchino 30enne che vive in città è uscito al di fuori della sede stradale con la sua auto finendo la corsa in un campo di mais. Sul posto sono intervenuti i carabinieri ed i sanitari del 118 per medicare l’uomo che aveva solo riportato lievi escoriazioni. Poi in Ospedale, una volta sottoposto ad accertamenti ematochimici, è emersa la causa della strana fuoriuscita di strada del marocchino. É risultato infatti positivo ai cannabinoidi. A suo carico denuncia, ritiro della patente e sequestro del mezzo.

Tra Cuneo e Caraglio invece un operaio 40enne cuneese, mentre aera alla guida della sua auto sportiva, è finito nei campi. Sul posto, anche in questo caso carabinieri ed ambulanza del 118 che hanno medicato l’uomo che, sottoposto dai militari ad accertamenti specifici con l’etilometro in dotazione, è emerso che guidava con un tasso di alcolemia dell’1,54%, oltre tre volte i limiti di legge. Per lui denuncia, ritiro patente e sequestro dell’auto.

Altre cinque patenti sono state ritirate invece, sempre nella nottata tra sabato e domenica, nel centro cittadino di Cuneo dai carabinieri ad altrettanti automobilisti che avevano alzato un po’ troppo il gomito prima di mettersi alla guida. In due casi si tratta di 20enni neopatentati da meno di un anno a carico dei quali scatterà la decurtazione doppia dei punti dalle loro patenti