Cuneo, scoperto cantiere edile con 9 lavoratori “in nero”

Cuneo scoperto cantiere edile con lavoratori in neroCUNEO – Nei giorni scorsi i Finanzieri della Tenenza di Mondovì, nel corso di un servizio diretto al contrasto del lavoro irregolare e svolto congiuntamente alla locale Polizia Municipale, hanno individuato presso un cantiere della zona un vero e proprio team composto da nove cittadini, rispettivamente di origine irlandese, polacca e rumena che offrivano lavori di pavimentazione stradale a prezzi notevolmente inferiori a quelli di mercato.

Allo stato dei fatti i prefati soggetti si presentavano ai possibili clienti quali ditte che avendo terminato di recente lavori in appalto presso comuni o altri enti pubblici hanno avanzato del bitume, disponibile nell’immediato, per lavori di asfaltatura da effettuarsi a prezzi particolarmente concorrenziali.

All’esito dell’attività le Fiamme Gialle hanno contestato violazioni in materia di lavoro in capo ad una azienda con sede in Milano in quanto ha impiegato nove lavoratori completamente “in nero”, nel contempo la Polizia Municipale ha provveduto al sequestro di un autocarro privo di documenti idonei alla circolazione in possesso degli stessi.

I costanti interventi eseguiti dalla Guardia di Finanza nello specifico comparto sono finalizzati alla tutela dell’economia legale e del libero mercato a favore delle imprese rispettose delle regole e dei cittadini onesti.