Curiosità sui confetti … delizia per il palato!

Curiosità sui confetti ... delizia per il palato!Un matrimonio senza confetti è molto anacronistico: simboleggiano, infatti, la gratitudine degli sposi verso gli invitati oltre ad essere testimonianza di un giorno “non comune” e vengono consegnati con una bomboniera per famiglia; generalmente sono cinque confetti, se c’è ne sono 3 indicano la coppia e il primo figlio (quindi sono auspicio di fertilità).

Il matrimonio è un avvenimento che sicuramente non capita tutti i giorni e conseguenzialmente ci si dedica con dovizia di particolari E’ risaputo che i dettagli sicuramente fanno la differenza in una cerimonia quindi prestare attenzione anche a quelli più piccoli, tipo confetti, renderà il tutto indimenticabile! Convolare a nozze…. non è sempre la più semplice delle imprese! Immergersi nei preparativi scegliendo i confetti..il colore…il numero esatto e poi i veli e i fiori …etc…etc…oltre a tutto il resto……!

Perdersi nei labirinti dei colori cercando di non sbagliare è quanto auspicabile volendo festeggiare anche gli anniversari si può abbinare il confetto del colore appropriato. Se volete celebrare una ricorrenza consegnando i confetti adatti, come anniversari di matrimoni, ricordate che per ogni anno (o multipli) c’è il confetto giusto..e allora che le danze abbiano inizio!

Anniversario che vai … confetto che trovi!

Cominciando da quelli classici bianchi per il giorno del fatidico “si” per il fidanzamento (tanto agognato) sono rigorosamente di colore verde; rosso per la laurea; azzurri o rosa sono per il battesimo a seconda del sesso.

Rosa: nozze di cotone (1° anniversario); giallo sole si usano nelle nozze di cristallo; fuxia è indicato per il 5° anniversario: nozze di seta; giallo per il 10° anniversario: nozze di stagno; beige: nozze di porcellana (15° anniversario); argento : nozze d’argento (25° anniversario); acquamarina: nozze di perle (30° anniversario); verde : nozze di smeraldo (40° anniversario); bianchi: cresima, matrimonio o prima comunione o per il 60° anno di matrimonio (di diamante); blu: nozze di zaffiro (35° anniversario); verde: nozze di smeraldo (40° anniversario); rosso: nozze di rubino (45° anniversario); oro: nozze d’oro (50° anniversario)

Dilettandoci un pò con i nomi…….Il 4° anno di matrimonio viene denominato nozze di frutta e fiori; il 6° anno di matrimonio viene indicato come nozze di zucchero mentre quelle del 7° anno sono di rame, di bronzo quelle dell’8° anno……..nell’11° anno abbiamo quelle di acciaio. Quelle del 12° anno di matrimonio sono di lino mentre quelle del 13° anno sono di pizzo e del 14° anno di corallo; nozze d’avorio: 55° anniversario; nozze di ferro (70° anno di matrimonio); nozze di platino (75° anno di matrimonio).

Sulmona, patria dei confetti

Sembra un idea nata nel Medioevo da origini farmaceutiche. Le prime notizie di confetti (dall’archivio di Sulmona) si hanno nel 1492. A Sulmona sono presenti diverse attività di produzione e vendita dei confetti: Confetti William Di Carlo (pasticceria) che lavora dal 1833 il cui capostipite creò i cannellini (vera squisitezza); volendo menzionare qualche delizia sicuramente da provare sono le perle di dolcezza o le divine follie; ma non è finita qui perché i confetti vengono rivestiti con stoffe preziose da ”mille e una notte” come il raso, la seta o il tulle per dare vita a fiori e bouquet di stravagante e originale bellezza. Sul territorio c’è anche la fabbrica di confetti Ovidio (orario al pubblico dalle 9 alle 19:00) con strabilianti produzioni eccone alcuni esempi: papavero con bocciolo, margherita a cuore o a 5 mandorline; rosellina o bouquet assortito, farfalla a 4 ali o il grappolo con 5 confetti oro). Da non perdere Di Sulmona Confetti Srl , pasticceria con oltre 3000 mq e una produzione di 5 quintali di confetti in solo 8 ore. E’ presente anche Confetti Pelino che ha il merito di aver ottenuto più premi e ci si può allietare la vista e l’olfatto facendo una visita al Museo dell’Arte e della Tecnologia Confettiera con un’esposizione su due piani ed anche la riproduzione di un laboratorio originale del XVIII secolo.

Il creatore del confetto pare sia stato Al Razi (un’arabo).

Attenti al mese!

Ma anche la data delle nozze è fonte di curiosità: a seconda del mese scelto si può capire come sarà l’andamento del matrimonio nel corso degli anni. Gennaio è foriero di fedeltà e affetto; febbraio detiene la coppa perché assicura l’amore con la A maiuscola; già Marzo è così così perché può portare anche delle preoccupazioni…aprile porta solo cose belle; giugno protegge le nozze; luglio forse è il meno indicato mentre agosto porta una vita ricca di cambiamenti…. settembre garantisce prosperità economiche al contrario di ottobre; il mese di novembre assicura felicità mentre se volete l’amore eterno il mese più indicato è dicembre.

A cura di Mariacristina Salini