DL immigrazione, Brunetta (Forza Italia) attacca il governo: “Siamo in piena campagna elettorale”

ROMA – Il gruppo di Forza Italia della Camera dei deputati ha abbandonato i lavori delle Commissioni Affari costituzionali e Giustizia a Montecitorio, unitamente agli altri gruppi di opposizione, durante la discussione del decreto Minniti sull’immigrazione.

“Noi non ci facciamo turlupinare dalla maggioranza”, afferma il capogruppo azzurro in Commissione Affari Costituzionali, Francesco Paolo Sisto. “I modi suadenti del governo – continua – sono irritanti: il decreto è stato volutamente tenuto al Senato tutto il tempo necessario perché arrivasse alla Camera pochi minuti prima della scadenza del termine per la sua conversione in legge. Questi giochetti degni di miglior causa, su temi così delicati, mortificano il Parlamento e la democrazia. È evidente che non ci può essere dibattito parlamentare e che le ragioni delle opposizioni sono destinate ad essere cestinate il più rapidamente possibile. Il credito del governo Gentiloni è finito”.

“Siamo in piena campagna elettorale – sottolinea il capogruppo azzurro a Montecitorio, Renato Brunetta (foto) – Gentiloni e i suoi boys, nonostante l’apparente clima di cortesia, licenziano provvedimenti collocabili nella sinistra-sinistra, se non estrema.

Basti ricordare i voucher, i giudici in politica, il testamento biologico, ed ora, nel metodo e nel merito, il decreto sull’immigrazione. L’evidente tentativo elettoralistico di ‘recuperare a sinistra’ nella sua palese ipocrisia sarà da noi contrastato fermamente, e in ogni attimo parlamentare possibile”, conclude il presidente dei deputati di Forza Italia.