Domenica 9 ottobre Montecitorio a porte aperte con i bambini di Scampia

Montecitorio ParlamentoROMA – Saranno i bambini di Scampia, e il loro teatro dal basso, i protagonisti della prossima edizione di Montecitorio a porte aperte, l’iniziativa con cui la Camera si apre ai cittadini, che riprenderà domenica 9 ottobre dopo la pausa estiva.

Alle ore 12, presso la Sala della Regina, si svolgerà la rappresentazione teatrale “La Scugnizzeria. 167 sogni” della compagnia Vodisca Teatro – Associazione Voci di Scampia. La compagnia, composta da 9 bambini e due adulti, è impegnata su più fronti. A cominciare dal teatro di ricerca, comico-surreale e civile. Lo spettacolo – trasmesso in diretta sulla webtv della Camera – sarà introdotto da un saluto della Presidente Boldrini, cui seguirà l’intervento di Rosario Esposito La Rossa, responsabile organizzativo di Vodisca Teatro.

Prima della rappresentazione teatrale, alle ore 11, la Presidente Boldrini assisterà in Piazza Montecitorio all’esibizione musicale della Banda della Guardia di Finanza, diretta dal Maestro Gino Bergamini. Il concerto sarà aperto dall’esecuzione dell’Inno nazionale italiano e terminerà con l’esecuzione dell’Inno europeo.

In particolare, il programma prevede brani di: G. Verdi (Marcia dall’Opera “Ernani”); E. Cannio (O’ surdato innamurato); G. Bergamini (La ragazza della luna); R. Rascel (Arrivederci Roma). Successivamente, la Boldrini accompagnerà alcuni gruppi di cittadini durante la visita al Palazzo. L’accesso a Palazzo Montecitorio sarà possibile dalle ore 10.30 alle 15,30.

La visita si svolge per gruppi e ogni partecipante dovrà essere munito di un biglietto che avrà ritirato gratuitamente, lo stesso giorno della visita, presso l’Infopoint (via Uffici del Vicario, angolo via della Missione) che sarà aperto fin dalle 9,00. Ciascun visitatore può richiedere, fino a esaurimento, un massimo di due biglietti se adulto, e i biglietti per i minori che accompagna, scegliendo un orario di visita compreso tra le 10.30 e le 15.30. I possessori dei biglietti sono tenuti a presentarsi all’ingresso di Piazza Montecitorio dieci minuti prima dell’orario indicato sul biglietto; dopo l’ingresso del rispettivo gruppo, non sarà comunque consentito l’accesso di eventuali visitatori in ritardo.

Durante la visita potranno essere ammirati alcuni fra gli ambienti più importanti e rappresentativi del Palazzo, a cominciare dall’Aula, con i pannelli del Fregio di Sartorio che decora l’emiciclo, il “Velario”, imponente decorazione liberty di circa 800 metri quadrati in rovere di Slavonia, vetro colorato e ferro, il Transatlantico – salone antistante l’Aula che deve il suo nome all’illuminazione a plafoniera, caratteristica delle navi transoceaniche – la Sala della Regina, la Sala Aldo Moro, la Sala del Cavaliere.

Per l’occasione sarà possibile visitare anche la mostra allestita presso la Sala della Lupa “1946 – L’anno della svolta – Le donne al voto”.