Export, Renzi: “Gravi ricadute occupazionali se al governo ci fosse chi vuole uscire dall’Euro”

FIRENZE – “Oggi i dati ISTAT sull’export ci consegnano un risultato notevole: +11.3% sullo scorso anno. Nei primi 10 mesi dell’anno l’Italia ha fatto +8%, la Germania +6%, la Francia +5%. Complimenti alle aziende e ai lavoratori che hanno ottenuto questo risultato, bravissimi. Ma proviamo a parlare di politica, per un attimo. Vi immaginate cosa accadrebbe al nostro export, e ai lavoratori delle aziende interessate, se al Governo ci fosse chi vuole uscire dall’Euro come Salvini o Di Maio? Vi immaginate le ricadute occupazionali se l’Italia all’improvviso scegliesse la strada dei dazi e della chiusura, anziché la strada di essere protagonista nel mondo?”.

E’ quanto afferma sulla sua pagina Facebook l’ex presidente del consiglio Matteo Renzi (foto), attualmente segretario del Partito Democratico.

“Vale lo stesso discorso che abbiamo fatto per gli 80 euro o per chi vuole tassare i pensionati – aggiunge Renzi – via via che si entra in campagna elettorale sarà fondamentale discutere nel merito. E scoprire le differenze tra chi vuole mandare avanti l’Italia e chi vuole riportarla indietro, magari facendola uscire dall’Euro. Ne vedremo delle belle”.