Fisco: ‘tax day’, dall’Imu all’Ires ecco tutte le scadenze

TasseROMA – Nonostante lo stop alle tasse sulla prima casa, oggi sara’ comunque un giorno ‘nero’ per i contribuenti italiani, chiamati alla cassa per ben 24 varsamenti in scadenza. Tra Irpef, Tasi, Imu, Ires, Iva, Irap e addizionali comunali/regionali, le imprese e le famiglie dovranno versare, secondo i calcoli della Cgia, oltre 50 miliardi di euro di tasse. Di questi, 34,8 miliardi finiranno nelle casse dell’Erario, 11 in quelle dei Comuni e 5,3 in quelle delle Regioni.

Sul fronte del mattone, eliminate le tasse sull’abitazione principale, con la sola eccezione di circa 73mila immobili di lusso, l’impegno economico piu’ importante sara’ il versamento della prima rata di Imu e Tasi sulle secondo e terze case e sugli immobili a uso strumentale: la pagheranno circa 25 milioni di proprietari per un gettito complessivo di oltre 10 miliardi.

E tra le imposte sulla casa è in scadenza anche la cedolare secca sugli affitti, cioe’ la tassa sostitutiva dell’Irpef sui redditi da locazione, che in base alle ultime statistiche sulle dichiarazioni dei redditi e’ stata scelta da oltre un milione di contribuenti. Va versato il saldo per l’anno 2015 e il primo acconto per il 2016, se dovuto. Sempre domani dovranno pagare l’Ivie le persone fisiche, fiscalmente residenti in Italia, che sono proprietarie o titolari di un altro diritto reale su immobili posseduti all’estero.