Formula 1: mercato piloti in fermento per la nuova stagione

f1-lewis-hamilton-mercedesSalvo miracoli ben’accetti, il Mondiale Formula 1 2017 ha già scritto i suoi verdetti. Lewis Hamilton molto difficilmente si lascerà sfuggire la vittoria dell’alloro iridato tra i piloti ed ugualmente alla Mercedes manca soltanto la conferma matematica per assicurarsi la conferma nel mondiale costruttori.

Ed allora, in attesa delle ultime gare di questa stagione, possiamo già iniziare a dare uno sguardo all’anno che verrà e alle possibili manovre di mercato sul fronte piloti.

Per quanto riguarda i top team tutto viaggia sull’onda della conservazione. In Mercedes ovviamente Hamilton è straconfermato e proprio nelle ultime settimane anche Valtteri Bottas, che può ancora ambire a superare Sebastian Vettel nella classifica piloti, ha avuto la certezza di rimanere nella scuderia tedesca.

Il giovane pilota finlandese ha saputo mettere in mostra le sue doti ma al tempo stesso non ha mai intralciato i piani di Hamilton per la vittoria del titolo mondiale.

Neppure in Ferrari cambierà nulla anche se le stagioni di Vettel e Raikkonen sono state molto differenti. Il primo ha fatto una prima parte di campionato straordinaria e se non ci si metteva la sfortuna (ed una perdita di affidabilità da parte della macchina) poteva essere proprio l’anno giusto per tornare a vedere il cavallino rampante sulla posizione più alta del mondiale piloti. Per l’esperto pilota finlandese, ci sono state invece molte delusioni e qualche insofferenza di troppo mal celata ma oramai sembra tutto rientrato ed anche lui è stato confermato per la prossima stagione.

Nessun cambio neppure per Red Bull e Force India. Ricciardo e Verstappen continueranno insieme nonostante siano volate parole grosse in più di una occasione fra i due mentre con quasi assoluta certezza anche Ocon e Perez continueranno a vestire di rosa.

Chi ha deciso invece di cambiare per metà il suo roster piloti è la Renault che ha già annunciato ufficialmente Carlos Sainz come suo nuovo pilota per il 2018. Al suo fianco ci sarà il confermato Nico Hulkenberg. A sorpresa invece potrebbe non cambiare nulla in casa McLaren.

Al di là di Vandoorne, sembrava veramente improbabile che un pilota talentuoso come Fernando Alonso rimanesse per un’altra stagione con una vettura assolutamente non competitiva e con una affidabilità così bassa che le probabilità di arrivo a fine corsa erano più basse che vincere alla roulette in un sito di scommesse come 888 Sport Bonus di Benvenuto. Dopo il divorzio tra Honda e la scuderia inglese però sembra che il pilota spagnolo voglia concedere un’altra possibilità al team sperando ovviamente in performance nettamente migliori rispetto all’ultimo biennio.

Sul fronte Williams invece, certo del posto è Lance Stroll mentre ci sono tantissimi candidati per la seconda guida. Felipe Massa, che doveva lasciare già lo scorso anno e richiamato in extremis dalla scuderia, ora vorrebbe continuare ancora per un anno ma si fanno largo le candidature di Paul di Resta, di Pascal Wehrlein e soprattutto la suggestione del ritorno di Robert Kubica in Formula 1.

Potrebbe esserci una rivoluzione completa invece in casa Toro Rosso. La scuderia satellite della Red Bull sicuramente perderà il già citato Carlos Sainz ma non è poi così scontata neppure la conferma di Danil Kvyat con la candidatura in forte ascesa del terzo pilota RB e campione mondiale di Formula 2 Pierre Gasly.

Grandi movimenti anche in casa Sauber visti i nuovi investitori ed un nuovo general manager. Frederic Vasseur come prima mossa ha stracciato l’accordo con la Honda e confermato il rapporto con la Ferrari per la fornitura dei motori e sta muovendo anche i primi passi per la scelta dei piloti.

PR