George Michael, la morte di una delle icone degli anni ’80

L’artista giunto a 53 anni, trovato senza vita nella sua casa di campagna nel South Oxfordshire, sarebbe morto di infarto

George Michael
George Michael icona degli anni ’80, si è spenta a 53 anni

George Michael, icona degli anni ’80 della musica pop, soul e rhythm and blues, si è spento all’età do 53 anni nella notte del 25 dicembre 2016, nel South Oxfodshire a Londra.

Ex cantante degli Wham!, ha raggiunto l’apice del successo alla metà degli anni ’80, quando nel 1986 decide poi di intraprendere una carriera da solista per cui vanta non pochi riconoscimenti e numerose collaborazioni con artisti come: Elton John, Freddie Mercury, Madonna, Stevie Wonder, Whitney Houston e molti altri.

Il nuovo disco in programma

L’artista, dopo l’ultimo album pubblicato nel 2014, aveva in programma un nuovo disco. A spiegarlo alla BBC, il produttore Naughty Boy: “Il disco era quasi completato”. Sembra inoltre che George Michael stesse progettando la riedizione di “Listen Without Prejudice 25” con Sony Music.

Tantissime le manifestazioni di cordoglio da parte di fan e amici che si sono stretti davanti alla sua abitazione di Londra con fiori, candele e biglietti; ma anche il web non ha esitato a far sentire la sua voce con le reazioni di politici, musicisti, personaggi dello spettacolo e della cultura. Facebook, Instagram, Twitter, su tutti i social espressioni di tristezza e ricordi dell’icona pop.

George Michael, così lo ricordano gli amici ….

Intanto si attende la fine di questo 2016, che sembra essere un anno davvero nero per gli artisti di fama internazionale, i più colpiti dalla sua scomparsa, infatti, sono proprio i colleghi artisti tra cui:

Paul McCartney che ricorda di aver lavorato spesso con lui, riconoscendone l’auto-ironia e dice: “La sua musica sopravviverà”.

Elton John, che posta una propria fotografia insieme a Goerge Michael e si dice sconvolto per la perdita di un amico.

Madonna: “Addio amico mio! Un altro grande artista ci lascia”.

I Duran Duran anche loro parlano di un 2016 maledetto, ed esprimono affetto per la famiglia.

Robbie Williams: “Oddio, no… Ti voglio bene, George, riposa in pace”.

E Boy George: “Penso alla famiglia, agli amici e ai fan di George Michael. Era così amato, e spero che ne sia stato conscio, perché la tristezza oggi non trova parole”.

Enrico Ruggeri: “Un pensiero e una preghiera anche per George Michael, grande voce, in questo 2016, annus horribilis per la musica”.

Raf scrive: “E così quest’anno bisestile si è portato via anche George Michael, la voce più bella del pop”. 

Laura Pausini: “Un artista così oggi non c‘è. Anzi no, c‘è lui per sempre. GeorgeMichael per me il più grande”.