Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato: Boldrini, “L’Europa decida cosa fare”

Laura BoldriniROMA – Questa la dichiarazione della Presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini (foto), in occasione della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato:

“Le notizie di morte che arrivano dal Mediterraneo, oggi come sempre, scandiscono anche questa Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, che Papa Francesco ha voluto dedicare ai minori “tre volte indifesi”.

Nessuno può più dire di non sapere. Le informazioni che ci investono a getto continuo mostrano che la guerra e la povertà, la violenza, le persecuzioni – che costringono milioni di persone alla fuga – distruggono le famiglie. Ci fanno conoscere quei bambini cresciuti troppo in fretta, diventati adulti nell’istante in cui hanno visto morire il padre e la madre o si sono ritrovati da soli a compiere il pericoloso viaggio verso l’Europa. Sono loro a pagare il prezzo più alto di questa migrazione forzata. Spesso finiscono vittime delle organizzazioni criminali, che hanno trovato nella tratta dei migranti in arrivo un’ulteriore fonte di reddito.

L’Europa deve decidere cosa fare, perché non ci si può limitare alla commozione di un giorno di fronte a immagini toccanti. Accogliere chi cerca nel nostro continente pace, sicurezza, rispetto dei diritti fondamentali e speranza nel futuro, mettendo spesso a rischio la vita, rappresenta un obbligo giuridico e morale. E lo è ancora di più quando si tratta di minori, ai quali deve essere garantito un adeguato percorso di protezione.

Va in questa direzione la proposta di legge, approvata dall’Assemblea della Camera lo scorso 26 ottobre, che introduce una serie di modifiche alla normativa vigente in materia di minori stranieri non accompagnati, proprio per definire una disciplina organica che rafforzi gli strumenti di tutela. Mi auguro che questo provvedimento, ora all’esame del Senato, possa essere approvato in via definitiva in tempi brevi”.