Gli italiani spendono per i farmaci 40 miliardi di euro di tasca propria

medicineROMA – Per i farmaci gli italiani spendono 40 miliardi di euro di tasca propria ogni anno, spesa che ha visto nel periodo 2013-2017 un aumento del 9,6%. Lo rileva il rapporto Censis-Rbm. Si tratta delle spese per la salute, incluse quelle per cui non è previsto il rimborso del servizio sanitario.

Nel solo 2017 gli italiani hanno pagato di tasca propria 150 milioni in esami e visite mediche non rimborsate dal Servizio sanitario. Una spesa che ha costretto 7 milioni di persone a indebitarsi per pagare le cure e 2,8 milioni sono stati costretti a svincolare i propri investimenti o, addirittura, a vendere casa.

La spesa sanitaria privata era di 37,3 miliardi lo scorso anno. Nel periodo 2014-2016 i consumi delle famiglie operaie sono rimasti fermi (+0,1%), ma le spese sanitarie private sono aumentate del 6,4%(in media 86 euro in più nell’ultimo anno per famiglia).

Per gli imprenditori c’è stato invece un forte incremento dei consumi (+6%) e una crescita inferiore della spesa sanitaria privata (+4,5%: in media 80 euro in più nell’ultimo anno). Il 54,7% degli italiani è convinto che non si hanno più opportunità di diagnosi e cura uguali per tutti e i più arrabbiati verso il Servizio sanitario sono le persone con redditi bassi (43,3%) e i residenti al Sud (45,5%).