Gol, suspense e Zona Cesarini: qual è il campionato più spettacolare?

Ronaldo-ChielliniTanti gol sono spesso sinonimo di grande spettacolo, ma non sempre è così. Partite che terminano con punteggi tennistici esaltano sicuramente i tifosi della squadra vincitrice, ma a volte un 2-1 tirato può tenere incollato alla sedia un appassionato fino al fischio finale.

ROMA – Sports Bwin ha estrapolato i dati degli ultimi 10 anni relativi ai 6 campionati più affascinanti d’Europa, e mettendoli a confronto possiamo farci un’idea circa la spettacolarità di queste competizioni.

La Bundesliga è il campionato in cui si segna di più. In Germania, infatti, sono ben 2.89 le reti a partita, poco sopra i 2.78 della Liga. C’è da sottolineare, ovviamente, che la presenza di attacchi formidabili, come quelli in dotazione al Bayern Monaco, Barcellona e Real Madrid, fa schizzare in alto la media. A sorpresa, sul terzo gradino del podio si piazza la Pro League belga, con 2.76 reti a partita, seguita dalla Premier League a 2.71.

Il campionato dove domina la tattica

La tattica la fa da padrona, invece, in Italia e in Francia. La Serie A, campionato nel quale storicamente ad imporsi è la difesa più forte, regala solo 2.64 gol a partita; la Ligue 1, non a caso da sempre definita “La palestra d’Europa”, si ferma a 2.44, nonostante Ibrahimovic e Cavani abbiano dato un contributo rilevante in termini di reti realizzate negli ultimi anni.

La classifica si inverte, invece, se andiamo a confrontare i dati relativi allo scarto medio di gol a partita. Equilibratissime Ligue 1 e Serie A, dove i match terminano rispettivamente con 1.24 e 1.28 reti di scarto tra le due squadre. Anche in questo caso, il pesantissimo gap che si rileva tra i top club spagnoli e tedeschi e le compagini di basso livello degli stessi campionati, condiziona le statistiche. Infatti, in Liga le partite terminano in media con 1.45 reti di scarto, 1.44 in Bundesliga. Più equilibrio in Pro League (1.36) e in Premier League (1.37).

La Pro League e la Zona Cesarini

Infine, ecco la temuta, o amata, Zona Cesarini. La Pro League è il campionato in cui si segna di più negli ultimi 10 minuti di match. In questa fascia, infatti, le squadre belghe mettono a segno in media 0.53 reti a partita. 0.51 sono le reti segnate in Premier League, 0.50 quelle in Liga. Ligue 1 e Serie A ultimi (ma dipende dai punti di vista) anche in questa speciale graduatoria. Concentrazione fino alla fine per le difese di ferro francesi e italiane, le quali concedono rispettivamente 0.47 e 0.48 gol quando si attende ormai solo il triplice fischio.

Tenendo conto di questi dati, la Pro League, tra i sei campionati senza dubbio il meno seguito, sembra svettare sugli altri in quanto a spettacolarità. Si segna parecchio, i match sono equilibrati ed incerti fino alla fine. Liga e Bundesliga, invece, regalano tanti gol, ma sovente le partite si concludono con scarti pesanti. Meglio allora la Premier League, che offre numeri simili a quelli del campionato belga. E la Serie A? Una manna per i maniaci della tattica, al pari della Ligue 1. O anche per coloro i quali aspirano, dopo una settimana lavorativa, al sonnellino delle 15.00.

PR