Governo M5S-Lega: Giuseppe Conte è il Premier incaricato da Mattarella

Governo Lega-M5S: Giuseppe Conte è il Premier incaricato da Mattarella

Mattarella scioglie le riserve: dopo due ore di colloquio, iniziato questo pomeriggio alle 17.30 e conclusosi alle 19.30, Giuseppe Conte è il nuovo candidato Premier del Governo esecutivo M5S-Lega

Dopo la bufera scatenatasi contro il candidato Premier scelto all’unanimità dalla compagine giallo-verde, l’incontro di oggi è stato decisivo. Giuseppe Conte ha tenuto un colloquio, oggi alle 17.30, con il Presidente Mattarella.

Dure le critiche dai partiti di opposizione e dalla stampa verso Giuseppe Conte, accusato di aver enfatizzato il suo curriculum, vantando gli studi alla NYU. La notizia è stata subito smentita dall’Università americana. Quindi si è provveduto a specificare: Conte avrebbe solo perfezionato i suoi studi presso la NYU, frequentando brevi corsi. Lo stesso Di Maio logorato dai continui attacchi ha percisato: “Il curriculum di Conte? Non sanno cosa inventarsi contro un cittadino onesto e perbene”.

Anche Grillo si è espresso con un lungo post sul suo blog: “Il maligno gossip-check-up sul Professor Conte imperversa, futile, a partire dal minuto esatto in cui si è fatto il suo nome. É il brulicame di microscopici colpi di coda, davvero un brutto spettacolo, inscenato senza alcuna regia preordinata. É la casta che decade, che si agita per puro istinto di sopravvivenza. […] Luigi hai tutto il mio appoggio, dobbiamo soltanto resistere a questo ulteriore rilancio di calunnie”.

Inoltre con le voci di un presunto passo indietro sul nome del Professor Giuseppe Conte, il Presidente Sergio Mattarella, dopo le consultazioni di ieri con i leader Di Maio e Salvini, ha deciso di prendere una pausa di riflessione. Ed ha proceduto nella stessa giornata di ieri a convocare a colloquio prima Casellati e poi Fico, per discutere del candidato Premier nominato. Ma sia Luigi Di Maio che Matteo Salvini hanno confermato: “Il nome resta Giuseppe Conte”.

Quest’attesa ha intensificato i nervosismi soprattutto tra i Pentastellati. Ed è seguito un lungo post su Facebook di Alessandro Di Battista, ex deputato del Movimento, che ha sottolineato: “Mattarella non è un notaio, ma nemmeno l’avvocato di chi è contro il cambiamento”.

Altre voci infatti, sospettano che le riserve di Mattarella non siano dovute al papabile Premier Giuseppe Conte, che comunque vanta un curriculum di tutto rispetto; ma alla scelta di alcuni Ministri. In particolare Economia, Esteri e Difesa. Giampiero Massolo agli Esteri. Alla Difesa viene dato per favorito Lorenzo Fontana, ex europarlamentare fedelissimo di Salvini. Ma il nodo da sciogliere resta la nomina di Paolo Savona all’Economia. Quest’ultimo conosciuto per il suo orientamento antieuropeista. E in un clima in cui l’Europa e i leader europei, con i loro scetticismi, influenzano persino l’andamento del mercato, nonchè le sorti dell’Italia, la nomina di Savona appare una mossa azzardata.

Il Premier Giuseppe Conte: “Sarò l’avvocato difensore del popolo italiano”

Dopo due ore di colloquio il neoincaricato Premier Giuseppe Conte si accinge a fare il suo primo discorso. “Il Presidente della Repubblica Mattarella mi ha assegnato con riserva l’incarico di Presidente del Consiglio. Abbiamo parlato della fase delicata che sta vivendo l’Italia; e le sfide che ci attendono. Fuori c’è un Pese che attende la nascita di un Governo Esecutivo. E attende delle risposte. Quello nascente sarà un Governo del cambiamento. Un Governo dalla parte dei cittadini e che tuteli i loro interessi. Mi propongo di essere l’avvocato difensore del popolo italiano”.