Gran Premio D’Italia di F.1 Monza 2016, la presentazione

MONZA GP F1 2016 056MONZA – Alla Conferenza Stampa di presentazione del Gran Premio d’Italia di F.1 Monza 2016 i rappresentanti delle Istituzioni e i Media sono stati accolti dai seguenti relatori: il Presidente dell’Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani, il Presidente dell’Automobile Club Milano, Ivan Capelli, il Presidente della SIAS (Società che gestisce l’Autodromo per conto di AC Milano) Piero Lorenzo Zanchi, il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, accompagnato dal Vicepresidente Fabrizio Sala, il Sindaco di Monza, Roberto Scanagatti, l’ Assessore allo Sport, Antonio Rossi, il Presidente del CONI della Regione Lombardia, Oreste Perri.

Prima della presentazione è stato trasmesso un toccante video, in cui si udiva la voce di un anziano, che raccontava la sua storia fatta di grandi eventi, intense passioni e anche accadimenti drammatici e cocenti delusioni, nel corso del video, ad un certo punto, mentre scorrono suggestive le immagini di un glorioso passato, l’anziano si presenta e dice: “Sono l’Autodromo di Monza”.

Gli interventi di tutti coloro che hanno parlato alla Conferenza stampa hanno avuto un unico comune denominatore quest’anno: il rinnovo del contratto con la F1, per cui l’argomento principale di ogni relatore riguardava le trattative estenuanti e il grande sforzo, che hanno compiuto con passione ed orgoglio nazionale il Governo, la Regione Lombardia, l’ACI, la SIAS, il CONI, gli Industriali, i Commercianti, il mondo sportivo, ottenendo dei risultati estremamente positivi, il rinnovo del contratto con la F1 è ora una realtà, il Gran Premio d’Italia, che si svolge a Monza, è salvo.

MONZA GP F1 2016 070Con il suo intervento Ivan Capelli ha ringraziato il Presidente Sticchi Damiani, che con tanta tenacia e determinazione ha portato avanti una trattativa davvero molto delicata. Ivan Capelli ha parlato anche di un evento importante nell’ambito del GP, voluto dallo sponsor Heineken. Si tratta di una partita di calcio a 5, giocata sul circuito, verrà predisposto un campetto di calcio per l’occasione.

Una squadra sarà formata da alcuni piloti di F1 e l’altra da calciatori di grande rilievo internazionale. Una parte del ricavato sarà devoluto ai terremotati.
Questo dramma italiano verrà ricordato anche con un minuto di silenzio prima dell’inizio della gara domenica 4 settembre.

Angelo Sticchi Damiani, che si è occupato delle trattative con la F1, ha sottolineato come i tempi siano cambiati, una volta certi eventi si autofinanziavano, ed ora c’è voluta una Legge di stabilità per salvare il Gran Premio Italiano. L’ACI è stato autorizzato dal Governo a sostenere la spesa per i costi di gestione e organizzazione del Gran Premio d’Italia di F1.

(N.d.r. A Imola, nel frattempo, non hanno di certo semplicemente osservato quanto accadeva a Monza, anzi gli addetti ai lavori sono stati molto attivi e hanno avanzato varie proposte per un ritorno del Gran Premio nella città romagnola. Il Presidente di Formula Imola, Uberto Selvatico Estense, ha lavorato in tal senso e al quotidiano “La Repubblica” Estense comunicò che Imola aveva firmato un contratto con Ecclestone per poter avere il GP 2017, e adesso ovviamente sussistono tanti risentimenti per tutti gli aiuti che ha ottenuto Monza ).

Il Sindaco Scanagatti ha confermato che mantenere il GP a Monza è stato difficilissimo, comunque la città ha ricevuto tanto affetto da parte di appassionati, piloti, addetti ai lavori, sportivi. Il Sindaco ha fatto presente che essendo un Autodromo Nazionale non può che appartenere al sistema Italia, Scanagatti ha ringraziato il Governo e ha detto che questa volta le Istituzioni hanno svolto il loro ruolo in modo encomiabile.

Oreste Perri, che rappresentava il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, ha evidenziato come il circuito di Monza sia sempre stato molto prestigioso e apprezzato in tutto il mondo. Ha ringraziato particolarmente Roberto Maroni, il Sindaco di Monza e il Presidente dell’ACI, che hanno saputo fare squadra con grande passione per lo sport.

Anche Oreste Perri ha affermato che il GP non è sicuramente distaccato dal terribile terremoto, che ha colpito alcuni paesi del centro Italia, e ha detto che nello sport c’è il cuore, la generosità e la solidarietà, facendo riferimento alla partita tra piloti e calciatori, che viene giocata per donare parte del ricavato in beneficenza.

MONZA GP F1 2016 059Pure Zanchi, Presidente della SIAS ha ringraziato Sticchi Damiani, la Regione Lombardia, il Sindaco di Monza per il rinnovo del contratto con la F1. Piero Lorenzo Zanchi ha ringraziato Bernie Ecclestone per la pazienza avuta e, secondo Zanchi, ciò dimostra che per Ecclestone è importante che si continui a correre a Monza. Altre fonti parlano di una certa impazienza di Ecclestone, comunque sta di fatto che il patron è assai legato a questo Autodromo per vari motivi. Monza rappresenta, in un certo senso, la sua storia di uomo appassionato di automobilismo.

Zanchi ha reso noto che la vendita dei biglietti ha avuto un trend positivo e ha ricordato molte iniziative collaterali al GP, ad esempio la mostra “Ayrton Senna. L’ultima notte”, presso l’Arengario, mostra che è stata già visitata in Autodromo da più di 14.000 persone in sei mesi.

Molto atteso dai media è stato l’intervento di Roberto Maroni, Presidente della Regione Lombardia. Ringraziamenti a Sticchi Damiani anche da parte di Maroni, che ha espresso tutta la sua stima nei confronti del Presidente dell’ACI, perché in ambienti così insidiosi, non si è lasciato mettere nel sacco.

Per quanto riguarda il Parco di Monza, Maroni ha affermato che è un patrimonio dell’umanità e verrà proposto come tale all’Unesco. La Regione investirà somme notevoli per il Parco. Maroni non ha tradito la sua passione per la musica rock e ha informato in merito al concerto Liga Rock Park, che si svolgerà il 24 settembre nel Parco di Monza, questo concerto di Ligabue darà l’opportunità a tanti giovani talenti di potersi esprimere.

Ci sono stati molti interessanti interventi di media e appassionati alla fine della presentazione. Indubbiamente, quest’anno la presentazione si è contraddistinta per l’entusiasmo, la fiducia nel futuro e l’orgoglio nazionale. Naturalmente tutti i relatori desidererebbero una vittoria della Ferrari a Monza e soprattutto si auspica che, in un prossimo futuro, ci possano essere dei piloti italiani in F1, Sticchi Damiani ha detto che ci sono 4 giovani ventenni molto promettenti … e allora, forza ragazzi!

Qualcuno ha ricordato che la Francia non ha un GP da ‘tempo immemore’, invece l’Italia ha combattuto e sta tuttora combattendo molto per mantenere vivo il suo. Comunque, permettetemi di dire che i francesi vanno ammirati quando scendono in piazza compatti e vanno avanti ad oltranza, nessuno li ferma.