Grasso, Boldrini e Gentiloni al Seminario del Gruppo speciale Mediterraneo e Medio Oriente

Pietro Grasso

ROMA – Giovedì 23 e venerdì 24 novembre si terrà a Roma il Seminario del Gruppo Speciale sul Mediterraneo e il Medio Oriente (GSM) dell’Assemblea parlamentare della NATO. L’evento, promosso dalla Delegazione italiana all’Assemblea NATO, di cui Andrea Manciulli è presidente, si svolgerà presso l’Aula di Montecitorio e sarà articolato in cinque sessioni: la situazione in Libia e Nord Africa; la crisi migratoria; la situazione in Siria ed Iraq; la minaccia terroristica per l’Europa e i Balcani occidentali; la prevenzione della radicalizzazione e il contrasto all’estremismo violento.

La prima sessione dei lavori, in particolare, sarà dedicata alla discussione del rapporto presentato da Andrea Manciulli sulla minaccia ISIL/DAESH e Al-Qaeda all’Europa, sui pericoli della radicalizzazione e sulla necessità della prevenzione.

A Roma saranno presenti oltre 150 parlamentari in rappresentanza di 35 Paesi, fra i quali membri della Nato, associati, Paesi del Golfo e della sponda Sud del Mediterraneo. Tra questi Algeria, Arabia Saudita, Armenia, Bahrein, Bosnia Erzegovina, Ciad, Cipro, Egitto, Emirati arabi, Georgia, Giordania, Israele, Kosovo, Kuwait, Marocco, Consiglio nazionale palestinese, Serbia, Tunisia, Ucraina. Ai lavori parteciperanno anche docenti universitari ed esperti dei temi della sicurezza nell’area mediterranea e mediorientale, in particolare di terrorismo di matrice jihadista, del fenomeno dell’immigrazione, delle crisi siriana, libica e mediorientale.

Interverranno, tra gli altri, Pietro Grasso, Presidente del Senato; Laura Boldrini, Presidente della Camera; Paolo Gentiloni, Presidente del Consiglio; Marco Minniti, Ministro dell’Interno; Angelino Alfano, Ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale; Roberta Pinotti, Ministra della Difesa; Andrea Orlando, Ministro della Giustizia; Claudio Graziano, Capo di Stato maggiore della Difesa.