iFest torna l’evento dell’estate romana al Parco Ponte Nomentano

locandina iFest

Il programma di quest’anno, come sempre, mette insieme generi musicali diversi, prestando attenzione alla qualità dell’offerta

ROMA – Torna l’iFest, per la sua quarta edizione, dal 28 giugno al 2 luglio. La location sarà sempre il parco Ponte Nomentano (Piazza Sempione) di Roma. L’iFest è un evento consolidato, attraversato da migliaia di persone, sinonimo di star bene insieme. Prezzi accessibili e qualità degli eventi. Tutto senza sponsor né finanziamenti pubblici.

Tra i vari artisti presenti quest’anno:

Zion Train. Tre Allegri Ragazzi Morti. Giuda. Assalti Frontali. Mama Marjas & Don Ciccio. Terroni Uniti. Management Del Dolore Post Operatorio. Sandro Joyeux e tante altre incredibili sorprese.

Si comincia mercoledì 28 giugno con la serata #Nonunadimeno e la sfilata delle sartorie popolari per continuare con il travolgente viaggio ritmico che attraversa tutte le sonorità di madre Africa di Mama Marjas & Don Ciccio. Sul palco anche Tahnee Rodriguez e il collettivo femminile svizzero VYBEZBILDER.

Giovedì 29 giugno, serata “La Tempesta Gira” con il rock alternativo dei Tre allegri ragazzi morti, l’hard pop del Management del dolore post-operatorio e il folk cantautorale del duo napoletano Blindur.

Musica punk sul palco dell’iFest per venerdì 30 giugno, con quattro gruppi che hanno segnato la strada della scena punk e post punk non solo capitolina: Giuda, Gli Ultimi, Plakkaggio e DALTON.

Sabato 1 luglio saliranno sul palco il gruppo dub britannico degli Zion Train, gli Assalti Frontali con il loro ultimo disco “Mille gruppi avanzano” e Inoki Ness. La serata sarà aperta dalla cantante bergamasca di origini africane Sista Awa, nuova voce di riferimento del reggae italiano e dalle 7 rapper palestinesi di Shoruq.

L’ultimo giorno del festival, 2 luglio, vedrà sul palco il neonato collettivo napoletano de Terroni Uniti, preceduto dai Vintage Factory e dalla trascinante musica del mondo di Sandro Joyeux.