Italiani i più infedeli in Europa: a Roma e Milano si tradisce di più

Amanti sessoMILANO – Italiani infedeli, almeno secondo il Sondaggio 2018 sul tradimento in Europa condotto a marzo da di Incontri-ExtraConiugali.com, il portale dedicato a chi cerca un’avventura al di fuori della coppia. I dati parlano chiaro: tra i diversi Paesi dell’Ue, l’Italia si piazza al primo posto per quanto riguarda le “scappatelle” extraconiugali.

Sul podio anche Spagna e Francia, rispettivamente al secondo e terzo posto per la propensione a tradire il partner da parte dei loro abitanti.

Per quanto riguarda il Bel Paese, in particolare, secondo il sondaggio si tradisce al Nord come al Sud, dalla grande città al piccolo paesino. Tuttavia, in cima alla classifica delle città dove i tradimenti sono più frequenti c’è Roma, seguono Milano, Napoli, Genova e Palermo

Secondo quanto ha potuto constatare Incontri-ExtraConiugali.com, l’Italia è anche il Paese con il maggior numero di beni artistici e culturali al mondo. «Lo testimoniano i suoi 5 mila musei e i suoi 53 siti dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco» puntualizza Alex Fantini, fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com.

Nel Sondaggio 2018 sul Tradimento in Europa, l’Italia, con un indice di 67 su 100, si posiziona al primo posto in quanto a propensione a tradire.

E sul podio, appunto, anche Spagna e Francia, rispettivamente al secondo e terzo posto per la propensione a tradire il partner da parte dei loro abitanti. «Guarda caso anche questi due Paesi hanno il maggior numero di musei e di siti Patrimonio dell’Umanità Unesco: 46 siti per la Spagna 43 siti per la Francia» sottolinea il fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com, il sito più sicuro dove cercare un’avventura in totale discrezione e anonimato.

Indipendentemente dal sesso, oltre la metà della popolazione italiana (67%), spagnola (59%) e francese (56%), ha ammesso di aver tradito almeno una volta il proprio partner.

Ed ecco l’identikit 2018 del traditore tipo: profilo socioeconomico tendenzialmente medio alto, con una sensibile presenza di liberi professionisti (15%), imprenditori (12%) e dirigenti (9%). La maggior parte organizza il tradimento al mattino (47%) o durante la pausa pranzo (30%). Uno su 3 possiede un animale.

Perché si tradisce? I motivi continuano ad essere più o meno gli stessi: uscire dalla routine e dalla noia (38%), scarsa attenzione dei partner ufficiali (33%), insoddisfazione per la propria vita sessuale (29%).