Julia Fisher per Artist in Residence di LuganoMusica

La stella tedesca del violino sarà protagonista di 3 concerti a febbraio e marzo 2017

Julia_Fischer

Per la seconda stagione di LuganoMusica, la più importante rassegna concertistica della Svizzera italiana, il ruolo di Artist in residence 2016-2017 sarà ricoperto dalla stella del violino Julia Fischer, con tre concerti: il 3 febbraio, e il 28 e 29 marzo.

“La musica ha sempre fatto parte della mia vitaracconta la violinista tedescaMia madre è pianista e mio padre (uno scienziato) è nato e cresciuto nell’allora Germania orientale, dove l’arte era una necessità vitale”.

Nominata, a 24 anni, Artist of the Year dalla celebre rivista inglese Gramophone, Julia Fischer parla più lingue (ha fatto la maturità in russo «per divertimento»), dirige il proprio festival di musica da camera in Baviera, insegna e vola da un successo all’altro.

Julia Fischer, che collabora spesso con l’Academy of Saint Martin in the Fields anche come direttrice d’orchestra, si proporrà a LuganoMusica nella multiforme veste di solista, camerista e persino di interprete al pianoforte.

I concerti:

Venerdì 3 febbraio alle ore 20.30: oltre a Beethoven e Grieg, dove sarà affiancata dalla pianista Milana Chernyavska, Julia Fischer attraverserà grandi classici e gemme rare tra Romanticismo e modernità.In programma, quindi, un repertorio che l’artista ama proporre sui maggiori palcoscenici del mondo: la Sonata per violino e pianoforte n. 6 in la maggiore, op. 30 n. 1 di Ludwig van Beethoven, la Sonata per violino e pianoforte in re minore, op. 9 di Karol Szymanowski, la Sonata per violino solo in mi minore, op. 27 n. 4 di Eugène Ysaÿe e la Sonata per violino e pianoforte in sol maggiore, op. 13 di Edvard Grieg.

Martedì 28 marzo alle ore 20.30, secondo appuntamento della sua residenza al LAC, Julia Fisher porterà per la prima volta a Lugano la BBC Philharmonic Orchestra, diretta da Juanjo Mena. Durante il concerto verranno eseguite l’Ouverture da Euryanthe, op. 81 di Carl Maria von Weber, il Concerto per violino e orchestra in re minore, op. 15 di Benjamin Britten e la Sinfonia n. 4 in fa minore, op. 36 di Pëtr Il’ič Čajkovskij.

Mercoledì 29 marzo, sempre alle 20.30, Julia Fischer si lascerà scoprire anche nel ruolo di raffinata pianista, accompagnata da Daniel Müller-Schott al violoncello. In programma il Duo per violino e violoncello, op. 7 di Zoltán Kodály, la Sonata in la minore, D. 821 Arpeggione di Franz Schubert, Una partita per violino solo di Johann Sebastian Bach e la Sonata per violino e violoncello di Maurice Ravel.

INFO: www.luganomusica.ch