Krizia Alì e il suo esordio discografico

La giovane cantante calabrese parla del suo primo lavoro e dei suoi progetti per il futuro

Krizia bn
Krizia Alì intervistata parla del suo esordio discografico

MILANO – Dal 17 maggio 2016 è uscita con il suo album d’esordio, Krizia Alì, giovane cantante emergente presenta “Parte tutto da qui“, una produzione Vinn Camporeale per Stay Record, testi di Aystarr, distribuzione Pirames International srl. Abbiamo avvicinato la 21enne di origini calabresi ma da tre anni a Milano per seguire gli studi universitari. Nell’intervista abbiamo parlato del suo esordio, la sua passione per il canto e ovviamente del suo album e progetti futuri.

Krizia Finalmente l’esordio discografico, che sensazioni hai?

“Avere il frutto del mio lavoro fra le mani mi dà sicuramente una grande emozione, una forte carica, grinta e curiosità per il futuro”.

Come nasce la tua carriera artistica?

“Il canto è una passione che è nata con me e che ho avuto l’opportunità di trasformare in qualcosa di concreto grazie alla collaborazione con un grande produttore come Vincenzo Camporeale”.

Krizia Ali chitarraDa tre anni ti sei trasferita a Milano per gli studi come è cambiata la tua vita?

“Nonostante la lontananza dalla mia terra, Milano mi ha fatto fin da subito sentire a casa. Mi ha offerto e mi offre ogni giorno nuovi stimoli. È una città piena di occasioni che mi ha insegnato a cogliere le diverse opportunità della vita e a sapermela cavare da sola”.

L’album contiene 10 tracce musicali a quale brano ti senti più legata e quale ti ha impegnato maggiormente?

“‘Tra le righe’ è in assoluto la mia preferita. Non c’è un reale motivo, semplicemente me ne sono innamorata già dalla prima volta che l’ho ascoltata e quando l’ho cantata la prima volta l’avevo già fatta mia! In realtà l’impegno messo per ogni singola canzone era sempre quello, sempre grande! Ma se proprio devo scegliere, scelgo “Non sei tu” perché è stato il primo brano ad aver inciso”.

Krizia AlìCosa puoi dirci dei due videoclip realizzati per i brani “Non sei tu” e “Fuori dalla città”?

“Sono state delle esperienze davvero divertenti. La prima volta, con “Non sei tu”, ho perso un’ora di tempo perché non riuscivo a fare nulla di sensato dietro quella telecamera, ma poi fortunatamente mi sono lasciata andare. Con “Fuori dalla città” ero molto più tranquilla, fortunatamente! Abbiamo fatto davvero grandi risate mentre li si girava”.

Tra i brani anche due cover come mai questa scelta?

“Mi è subito piaciuta l’idea di inserire tra i miei brani due cover di grandi artisti Italiani come I Nomadi e Orietta Berti. Li ho studiati e fatti miei! Spero mi portino fortuna!”.

KriziaTra i temi trattati anche quello della libertà …

“La libertà, in tutte le sue forme, è uno dei pilastri su cui baso la mia vita e i miei pensieri: libertà di amare, libertà di essere se stessi, libertà di vivere come ci piace. Penso che tutti abbino il diritto di sentirsi liberi e io ho la gioia di cantare questo immenso valore!”.

Progetti in cantiere? Ti ascolteremo live?

“Ora si penserà ai live. È tutto in fase di progettazione, ma sicuramente quest’estate ci saranno dei live, appena tutto sarà confermato verrà pubblicato sulla mia pagina ufficiale di facebook: Krizia Alì”.