L’appello di Papa Francesco: “Basta con il capitalismo sfrenato”

Papa FrancescoROMA – “Il capitalismo sfrenato degli ultimi decenni ha ulteriormente dilatato il fossato che separa i più ricchi dai più poveri, generando nuove precarietà e schiavitù”.

Lo sottolinea Papa Francesco nella prefazione al libro “Potere e denaro” (a cura di Michele Zanzucchi, Città Nuova, in uscita giovedì 12 aprile) che raccoglie gli scritti dello stesso Bergoglio sull’economia. Il pontefice sottolinea “il paradosso di un’economia globalizzata” che “concentra nella mani di pochissime persone la stessa ricchezza che è appannaggio di circa metà della popolazione mondiale”.

E chiede che “i poveri siano trattati meglio” e che “le ingiustizie diminuiscano”. Poi ribadisce che bisogna smettere di “lucrare sulle armi” che alimentano le guerre e arricchiscono “i fondi di pochi, fondi spesso impersonali e maggiori dei bilanci degli Stati che li ospitano, fondi che prosperano del sangue innocente”.