L’Aquila, sfollato minaccia il suicidio per una maxi bolletta

Vigili del FuocoL’AQUILA – Un uomo è salito, nella serata di ieri, su un cornicione al secondo piano di una palazzina del progetto Case di Cese di Preturo (L’Aquila), minacciando di gettarsi a causa delle maxi bollette che stanno arrivando in questi giorni agli inquilini degli alloggi costruiti per gli sfollati dopo il terremoto e per la chiusura dell’acqua calda da parte del Comune nei confronti dei morosi.

Prima di minacciare il suicidio, l’uomo ha lanciato di sotto una serie di bollette: contattato al telefono dal sindaco dell’Aquila, Massimo Cialente, ha poi deciso di desistere dalla sua forma di protesta, probabilmente rassicurato dal primo cittadino sulle modalità di pagamento delle bollette.

Sul posto i vigili del fuoco e le forze dell’ordine.