Lavoro, Uil: “Con gli incentivi 2,2 milioni di contratti stabili in 2 anni”

ROMA – Con gli sgravi contributivi del biennio 2015-2016 sulle assunzioni a tempo indeterminato sono stati attivati 2,2 milioni di contratti stabili (comprese le trasformazioni). Lo sottolinea la Uil nel secondo Rapporto sulle politiche del lavoro sulla base delle Comunicazioni obbligatorie diffuse dal ministero del lavoro e i dati Istat.
Il rapporto curato dal segretario confederale Guglielmo Loy sottolinea che sono invece arrivate per ora, per il 2017, 74.000 domande per l’incentivo occupazione Sud e 49.000 per l’incentivo occupazione giovani all’interno del programma Garanzia giovani.
La Uil a proposito degli incentivi annunciati per l’anno prossimo (sgravio del 50% dei contributi per due anni per le assunzioni stabili dei giovani fino a 29 anni) ha sottolineato l’esigenza di porre le basi per una concorrenzialita’ strutturale in termini di costi tra contratto a tempo indeterminato e contratto a termine. Secondo la Uil sarebbe utile aumentare il contributo addizionale sul contratto a termine (ora all’1,4%) e ridurre l’aliquota contributiva del contratto stabile.