Lecce, eradicato un irregolare sul territorio nazionale e chiuso un esercizio commerciale per gravi carenze igieniche

LECCE – Nell’ambito dell’operazione “Legalità diffusa: ad oltranza”, continuano i controlli serrati della polizia di Lecce nel quartiere “Ferrovia”, principalmente, e in ogni caso anche in altre zone della città dove i residenti hanno manifestato una minore percezione della sicurezza sociale e dell’ordinato vivere civile.

L’altra sera, infatti, il dispositivo di sicurezza della Questura di Lecce ha consentito di controllare nel quartiere “Ferrovia”, “Leuca” e “San Pio” complessivamente 123 persone, di cui 24 con precedenti di polizia e 17 extracomunitari.

Dei succitati 24 soggetti, uno – peraltro già colpito da avviso orale del Questore di Lecce – è stato segnalato alla Divisione Anticrimine della Questura di Lecce perché non si è attenuto alle prescrizioni di buona condotta.

Eradicato dalla città un altro soggetto irregolare sul territorio nazionale: si tratta di un giovane marocchino di 29 anni, sprovvisto di permesso di soggiorno, che è stato espulso con accompagnamento al C.I.E. di Brindisi.

Il servizio di controllo di polizia circoscritto nel quartiere “San Pio” ha comportato un’attività di controllo amministrativo nei confronti di due esercizi commerciali nei confronti dei quali sono state elevate sanzioni amministrative e, tramite personale dell’ASL di Lecce, è stata disposta anche l’immediata chiusura dell’attività di somministrazione per gravi carenze igieniche di uno dei due locali sottoposti a controllo.