LNDC: “Non c’è pace per le regioni dell’Italia centrale”

Gli attivisti lavorano senza sosta per salvare gli animali in difficoltà e lanciano un appello per chi vuole aiutare

lega nazionale per la difesa del cane

In questi giorni il centro Italia è martoriato da una serie di gravi emergenze che non danno tregua. Le abbondanti nevicate hanno reso invivibili e impraticabili vastissime aree interne tra cui le zone rimaste vittime dei terremoti di agosto e ottobre scorsi.

A complicare ulteriormente questa drammatica situazione, un nuovo violento sisma ha colpito Abruzzo e Lazio, coinvolgendo anche le vicine Marche e Umbria.

Sui litorali abruzzesi invece le copiose piogge hanno provocato l’esondazione di alcuni fiumi con conseguente allarme per le persone e gli animali ospitati nei rifugi.

“In queste ore drammatiche Lega Nazionale per la Difesa del Cane, per quelle che sono le zone al momento raggiungibili, è sul campo per assicurare le cure necessarie agli animali delle località colpite dal terremoto, dalla neve e dalle piogge devastanti e, per quel che possiamo, siamo vicini anche alle persone. Stiamo cercando di far fronte alle emergenze con tutte le nostre forze”.

“Alcune nostre sezioni oggi non sono più vittime solo del terremoto ma si trovano anche isolate per la neve altissima e le piogge che hanno causato l’esondazione dei fiumi. Non si contano più le zone senza elettricità e senza acqua da giorni, e quelle sommerse, o a rischio di essere travolte, da slavine causate dal sisma.

Chiunque voglia donare anche solo un euro per contribuire ad aiutare gli attivisti in queste zone particolarmente martoriate in questi giorni può effettuare un bonifico bancario all’IBAN IT96P 06095 46040 000010115163 intestato a Lega Nazionale per la Difesa del Cane oppure versare con bollettino postale sul c/c nr. 36738540 o PayPal, indicando come causale “Emergenza Centro Italia”.