Lou Reed, “The RCA & Arista Album Collection” esce il 7 ottobre

Lou ReedLOS ANGELES – La definitiva “libreria musicale” registrata dall’Iconico Musicista Rock Americano dal 1972 al 1986, uno dei periodi più proficui nella carrier dell’artista: si tratta di ‘Lou Reed – The RCA & Arista Album Collection’, in uscita il 7 ottobre.

‘Lou Reed – The RCA & Arista Album Collection’ raccoglie insieme, per la prima volta – in un unico boxset-antologia – i 16 album rivelazione/rivoluzionari da studio e live scritti, registrati (e spesso prodotti) da Lou Reed quale solo artist in seguito allp scioglimento dei Velvet Underground, l’influentissima avant-rock band da lui fondata nel 1965.

“il nostro primo incontro fu un viaggio alla AES (Audio Engineering Society). Da buoni maniaci dell’elettronica, Lou ed io amavamo le buone registrazioni e passammo molti anni migliorando i nostri studios, i nostri strumenti, affichè fossero il meglio possible”, dice Laurie Anderson, musicista, compositrice, artista e moglie e compagna di Lou Reed per 21 anni.

“Lou ha messo tutto il suo cuore nella rimasterizzazione dui questi album. Non sono stati “addolciti nel suono”, la rimasterizzazione ha rivelato dettagli e durezza sorprendenti. Ti saltano addosso con la loro energia originale”.

“Amo anche le immagini rare e la grande scelta delle parole usata da Lou sulla sua musica e questa raccolta. Lou era un superbo analista ed un critico tagliente e gli estratti delle interviste riflettono il suo pazzo senso dell’umorismo, la sua generosità, e il suo punto di vista sul mondo e sulla musica. Tutti quelli che hanno amato la musica di Lou saranno davvero felici di avere questa raccolta. Sono grata a Sony per averla messa insieme”.

Ciascuno dei 16 album (‘Lou Reed Live – Take No Prisoners’, del novembre 1978, include 2 cd), nella raccolta da 17 cd, è stato interamente rimasterizzato con la supervisione diretta di Lou, un grande e lungo lavoro compleatato poco prima della scomparsa dell’artista all’età di 71 anni il 27 ottobre 2013.

“Questa raccolta è stato l’ultimo progetto di Lou. Ha supervisionato le rimasterizzazioni di tutti i suoi solo album pubblicati per la RCA e la Arista records.
Il lavoro è stato fatto presso la Masterdisk a New Yorka giugno e luglio 2013, con l’ingegnere del suono Vlado Meller e Rob Santos della Sony/ Legacy Recordings”.

Hal Willner scrive sulle note di ‘Lou Reed – The RCA & Arista Album Collection’: “Coloro che stavano dentro quella stanza con Lou reed sono testimoni di qualcosa di bello mentre lui, entusiasticamente, riviveva quell’intero periodo del suo lavoro con la felicità della riscoperta, notando con grande sorpresa suoni che non aveva sentito per anni. Ripensando, con il senno di poi, a quelle sessioni di lavoro, svolte solo 4 mesi prima della sua scomparsa, i momenti sembrano ancora più amplificati”.

‘Lou Reed – The RCA & Arista Album Collection’ — prodotta da Lou Reed, Rob Santos e Hal Willner’ — offre ai fans l’accesso a numerosi titoli fuori catalogo, difficili da trovare o non disponibili sia in CD che in versione digitale.

‘Lou Reed – The RCA & Arista Album Collection’ è l’ultimo tributo a un’epoca essenziale nella carriera di questo istrionico artista. Include 16 album in 17 compact disc più un libro da 80 pagine con memorabilia dagli archive personali di Lou, foto e artworks raramente utilizzati, interviste con Lou durante i suoi anni di registrazione per la RCA e per Arista oltre a fantastiche note sulla raccolta – scritte da Hal Willner grande amico di Lou e coproduttore della raccolta- che descrivono il coinvolgimento di Lou nella Produzione di Lou Reed – ‘The RCA & Arista Album Collection’.

Il boxset include inoltre 5 stampe 20x24cm e una riproduzione di un raro poster promozionale prodotto al tempo dalla RCA.

‘Lou Reed – The RCA & Arista Album Collection’ celebra gli album da studio e live creati da Lou Reed nei ’70 e negli ’80 oltre a mostrare il contributo lasciato dall’artista alla musica rock e pop dell’epoca e delle decadi a venire.

Lou Reed fu in grado di trasformare l’arte pop, la musica e la cultura attraverso un lavoro che continua a modificare la percezione che i suoi fan hanno del mondo.

Reed, che edito’ il suo primo singolo ancora teen ager alla fine degli anni ’50, comincio’ la sua carriera professionale lavorando a New York in una sorta di catena di montaggio per autori di canzoni nei primi anni ’60 mentre sviluppava la sua pura visione artistica quale frontman dei Velvet Underground.

Dopo aver lasciato i VU nel 1970, Lou lanciò la sua carriera come solo artist cominciando con un lungo periodo di lavoro (1972-1986) presso RCA Records e Arista Records che include la produzione di grandi brani — “Perfect Day”, “Walk On The Wild Side”, “Satellite of Love”, “I Love You, Suzanne” — oltre ad album iconici (‘Transformer’, ‘Berlin’, ‘Coney Island Baby’, ‘New Sensations’, ‘Metal Machine Music’, ‘Lou Reed Live – Take No Prisoners’).

Lou Reed porto’ visioni letterarie e del giornalismo onesto in alcune delle più elegant canzoni pop di sempre mentre registrava alcuni degli album più artistici di sempre. Nessuno ha mai realmente capito la primordiale essenza della Potenza visiva del Rock and Roll meglio di Lou Reed, la quintessenza del rocker Newyorkese.

Lou reed fu inserito nella prestigiosa Rock and Roll Hall of Fame quale solo artist in una cerimonia presso la Public hall in Cleveland il 18 aprile 2015 – insieme a John Cale, Sterling Morrison e Maureen Tucker – mentre con i VU cio’ avvenne nel 1996.