Il Magico Mondo di Op – volume 2, nuova edizione del libro di favole


il magico mondo di op volume 2Sono state scritte dai genitori single in Italia appartenenti alla community OneParent

“Il magico mondo di OP – Volume 2” è una raccolta di favole per bambini che ha la particolarità di essere stata appositamente concepita per i figli di genitori separati o divorziati. Le favole sono state scritte dagli appartenenti a OneParent (www.oneparent.it) la prima community per genitori single in Italia: nata nel 2011, gratuita e oramai in procinto di superare i 10.000 iscritti.

Scrive Bruno Aiazzi, genitore single che insieme alla sua attuale compagna Daniela Gualtieri ha fondato OneParent:

“Essere genitore single non è affatto facile. Dare un senso a questa condizione è perciò uno dei tanti obiettivi che la nostra community si è data: migliaia di genitori single (pro)attivi sia sul web che nel reale attraverso le tante iniziative che essi stessi promuovono. Una di queste in particolare li rappresenta molto bene: la creazione di un libro di favole per figli di genitori single che, tramite l’utilizzo della favola come metafora, possa aiutare i bambini a “metabolizzare” il fatto di vivere in una famiglia “diversa”, monoparentale o con genitori separati con i quali stare insieme in modo alternato e non continuativo. In un’altalena di affetti, spazi ed esperienze”.

oneparent 02Il primo volume, realizzato nel 2014 con favole scritte dai genitori single appartenenti alla community si può già scaricare gratuitamente dal sito ed ha avuto una notevole diffusione.

A due anni di distanza, si aggiunge ora la seconda edizione: dieci nuove favole inedite selezionate e votate dagli appartenenti alla community, scaricabile direttamente dal sito www.oneparent.it in forma completamente gratuita. Quest’ultima edizione è stata inoltre arricchita dai disegni realizzati dai figli degli appartenenti alla community, e si prevede che ne venga registrata anche una versione audio nei prossimi mesi.

Da tempo punto di riferimento sul web per la sempre più ampia popolazione di genitori al singolare, OneParent non è nuova a questo genere di iniziative: spettacoli teatrali, vacanze, feste, ogni occasione è un ottimo pretesto per creare momenti di aggregazione e confronto sia per i grandi che per i più piccoli.

Sul sito è presente una sezione Forum dove discutere e confrontarsi, ed una sezione Eventi dove organizzare momenti di aggregazione soprattutto coni figli. In questa stessa sezione prossimamente verranno anche evidenziate le date in cui il libro verrà ufficialmente presentato al pubblico dagli ideatori nella sua veste cartacea (già confermata la data del 13 marzo 2016 a Reggio Emilia e successivamente a Milano e Torino).

OneParent è un luogo fatto dagli stessi genitori e rivolto a quanti si trovano a dover allevare da soli i figli, perché vedovi, separati o divorziati, un luogo di comprensione e confronto sulle diverse problematiche, pratiche o esistenziali ed emotive che si trovano ad affrontare ogni giorno. Mamme e papà pronti a condividere le proprie esperienze, a beneficio di altri nelle stesse condizioni.

“Ricomincia da qui” questo è l’invito ben visibile sul sito della community: e questo libro di favole è senz’altro la dimostrazione delle capacità aggregative del web, che ha consentito a questi genitori single di mettere a frutto la loro dura esperienza per aiutare i figli, loro e degli altri.

oneparent 01BREVE STORIA DI ONEPARENT – Tutto ha avuto inizio nel 2003 con la separazione di Bruno Aiazzi. Nella sua nuova condizione di padre single e lavorando nel mondo di internet subito l’istinto è stato quello di cercare un aiuto sul web, per rendersi conto però che non esisteva niente di adatto e il concetto stesso di community doveva ancora nascere (Facebook nascerà solo nel 2004). Aiazzi trova infine un gruppo di genitori single su Yahoo a cui aderisce: poco più di 40 persone sparse nel nord Italia accumunate da un destino non facile. Col tempo il gruppo cresce, grazie anche al passaparola, e si organizza prima in un forum, poi con un sito vero e proprio. Gli anni passano, Aiazzi continua a credere nel suo progetto, e finalmente nel 2011 fonda OneParent (www.oneparent.it) insieme alla sua nuova compagna Daniela Gualtieri. OneParent è una community, un gruppo di mutuo aiuto che per chi aderisce spesso diventa una “famiglia” con cui confrontarsi e crescere nella genitorialità al singolare. OneParent è stato solo l’inizio di un viaggio che tutt’ora continua a stupire: la community continua a crescere unicamente grazie al passaparola, ed è di fatto la più grande di questo genere attualmente esistente nel panorama Italiano.

DALL’INTRODUZIONE DEL LIBRO:

A cura di Bruno Aiazzi

Essere genitore single è un’esperienza molto dura.

Si è soli nella genitorialità, poiché spesso l’altro genitore è in contrasto se non addirittura assente.
Si è isolati nelle relazioni sociali, che il più delle volte vanno ricreate da zero.
Si è indeboliti economicamente.

Dieci anni fa è capitato a me: mi stavo separando e se da un lato vedevo il mondo crollarmi sotto i piedi, dall’altro la mia prima preoccupazione era di proteggere la serenità di mia figlia.

È stata dura, e probabilmente da solo non ce l’avrei fatta. Ho avuto però la fortuna di incontrare altra gente che come me ha dovuto affrontare gli stessi problemi, e la loro compagnia, il loro supporto, il confronto, sono stati di grande aiuto, per non dire essenziali.

Col tempo ho saputo ritrovare la mia serenità, nuovi equilibri e nuovi affetti nella mia vita. Ma è sempre rimasto il desiderio di aiutare chi come me si è trovato e si trova ad affrontare oggi le stesse difficoltà di genitore al singolare.

È da questo desiderio che è nato OneParent, il social network per genitori single (www.oneparent.it) che ho fondato insieme alla mia compagna. OneParent è nato come un sito web di mutuo-aiuto, che da virtuale si è presto spostato anche nel reale, dando spazio ai genitori single nell’organizzazione spontanea di eventi, occasioni d’incontro e socializzazione con e/o senza figli.

Il successo di questa iniziativa ha superato le nostre più rosee aspettative, e ci ha motivato nel voler fare ancora di più. Ecco perché un anno dopo abbiamo dato vita anche all’Associazione OneParent (www.associazione-oneparent.org), così da dare una veste più formale alle nostre iniziative.

Tra le tante nate in questo contesto, una in particolare ha riscosso un notevole successo: la creazione di un libro di favole per figli di genitori single, che tramite l’utilizzo della favola come metafora aiutasse i bambini a “metabolizzare” il fatto di vivere in una famiglia “diversa”, monoparentale o con genitori separati con i quali stare insieme in modo alternato e non continuativo. In un’altalena di affetti, spazi ed esperienze.

Come ogni sfida, l’obiettivo non è stato facile da raggiungere. Ma ce l’abbiamo fatta! E visto il successo della prima raccolta di favole, abbiamo voluto replicare l’iniziativa nel 2015: iniziativa che è culminata in questo secondo volume. Decine di persone hanno contribuito: chi ha scritto le favole, chi le ha lette e votate (spesso i nostri stessi figli), chi ha disegnato le illustrazioni, chi si è occupato dell’impaginazione, della revisione, della stampa e della promozione, senza dimenticare chi ha coordinato il tutto. A tutte queste persone va il mio più sincero ringraziamento.

Il libro che avete davanti è il frutto di questo lavoro. Un lavoro dichiaratamente NON professionale, NON retribuito, ma fatto con tanta tanta passione. Ci auguriamo con tutto il cuore che questo libro piaccia anche ai vostri figli.