Marco Masini a Genova, il 25 maggio al Politeama Genovese

Marco-Masini-in-concertoGENOVA – Marco Masini si esibirà a Genova nella splendida cornice del Politeama Genovese giovedì 25 maggio per una tappa del suo tour, “Spostato di un secondo live”, partito da Montecatini lo scorso 30 aprile. Un concerto dedicato al “tempo”, quello che passa e da ripercorrere senza nostalgia ma piuttosto con consapevolezza.

I biglietti sono disponibili sul sito www.politeamagenovese.it e sul circuito TicketOne. Prezzi da 35 Euro (secondo settore) a 43 Euro (primo settore).

“Spostato di un secondo” è anche il titolo dell’album di inediti dell’artista fiorentino, uscito lo scorso 10 febbraio a distanza di sei anni dal precedente lavoro in studio. Il disco contiene il brano omonimo, con cui Masini ha gareggiato nella sezione Campioni al 67° Festival di Sanremo.

Nel corso della Kermesse, alla quale ha partecipato per l’ottava volta, il cantautore ha anche conquistato il podio nella serata dedicata alle cover con “Signor Tenente” del compianto Giorgio Faletti.

La tracklist dell’album prevede 12 tracce: “Ma quale felicità”; “Nel tempo in cui sono tenuto a restare”; “Spostato di un secondo”; “Tu non esisti” (il secondo singolo); “Invece di scriverti una canzone”; “La massima espressione d’amore”; “Guardiamoci negli occhi”; “All’altro capo di un filo”; “Qualcosa che cercavi altrove”; “La vita comincia”; “Una lettera a chi sarò”; la bonus track “Signor Tenente”.

Nel corso del concerto (fotogallery di Pescara), della durata di quasi tre ore, Masini proporrà anche i suoi più grandi successi, talvolta riadattati alle nuove sonorità electro pop. Da “Disperato” con cui nel 1990, al suo esordio al Festival di Sanremo, si aggiudicò il primo posto della Sezione Novità, a “Perché lo fai” con cui l’anno dopo si classificò terzo nella sezione Campioni. Da “Raccontami di te”, presentato a Sanremo a “L’Uomo volante” con cui vinse la kermesse nel 2004. Passando per “T’innamorerai”, “Ci vorrebbe il mare” e molti altri di una carriera lunga ventotto anni.

A cura di Marina Denegri

CONDIVIDI