Il meglio del Made in Italy in vetrina al “Fico” con Masaaki Imai, fondatore del metodo Kaizen

BOLOGNA – Crescita della produttività dal 20 al 50%, dimezzamento degli stock e del working capital, riduzione fino a metà degli spazi occupati in azienda, aumento di flessibilità e velocità per seguire l’evoluzione del mercato.

Sono alcuni dei risultati del miglioramento continuo che i professionisti di Kaizen Institute Italia hanno messo in pratica in oltre mille aziende della penisola nei 14 anni di presenza. La possibilità di confrontarsi con le migliori best practices aziendali e di ascoltare Masaaki Imai, il fondatore dell’attitudine Kaizen a livello globale, sarà nell’annuale evento sul miglioramento continuo che si terrà oggi 29 novembre al nuovo parco agroalimentare Fico – Eataly World.  «Back to people. Persone e miglioramento continuo nell’era 4.0» il tema dell’evento che comincerà alle 14,30.

L’evento sarà dedicato al ruolo delle persone e ai percorsi di miglioramento continuo nell’era di Industry 4.0: per migliorare quello che già c’è e costruire il futuro. Qual è lo sviluppo necessario per operatori e management nell’era 4.0? Quali sono i percorsi adottati dalle aziende di successo.

Un importante panel di testimonial aziendali (tra cui BTicino, Carpigiani Group-Ali Spa, Faist Light Metals) condividerà percorsi e strumenti per il miglioramento continuo nell’era 4.0. All’interno dell’evento troverà spazio anche la premiazione dei vincitori del Kaizen Award Italia 2017, che avranno l’onore di ricevere il premio proprio da Masaaki Imai. La prima edizione del premio sul miglioramento continuo ha visto, fra le tante aziende in gara, prevalere Interroll fra le Pmi, Carpigiani come grande impresa e nelle organizzazioni sanitarie un ex aequo: Azienda Ospedaliera – Universitaria Senese e Fondazione Poliambulanza. Menzioni speciali andranno ad Electrolux (per l’applicazione dei processi Kaizen in R&D) e Acciai Speciali Terni (per lo sviluppo del miglioramento continuo in un ambiente particolare per dimensione, safety e processi), oltre a Fabio Storchi e Andrea Cosmi, rispettivamente di Comer Industries ed Emak, quali «Kaizen Guy», testimoni nelle loro realtà di storie vincenti fatte di risultati ottenuti e trasformazioni dei processi aziendali.

Il programma dell’evento

Ecco il programma dell’evento: dopo l’introduzione di Carlo Ratto e Bruno Fabiano, founding partner di Kaizen Institute Italia, ci sarà il dialogo con Masaaki Imai, intervistato da Ratto.

Spazio poi a testimonianze di successo su realtà Internazionali, con Euclides Coimbra, CEO di Kaizen Institute Western Europe. Dopo la parola andrà alle aziende: Bticino, Carpigiani Group-Ali Spa e Faist Light Metals. Best practices aziendali che saranno seguite dalla premiazione dei vincitori del Kaizen Award. Focus poi sul metodo Kaizen nei servizi professionali, con la presentazione del volume di Mino Belcastro e Bruno Fabiano «Kaizen Immobiliare. Per non rimanere immobili in un mercato che cambia». Chiuderà l’evento l’aperitivo di networking.

Il nuovo parco agroalimentare

Un parco agroalimentare che mette la persona al centro, in pura attitudine Kaizen. Ma anche una fabbrica contadina, come ricorda l’acronimo Fico. L’evento «Back to people» di Kaizen sarà una dei primi eventi pubblici ospitati dal parco agroalimentare aperto il 15 novembre scorso.