Metti una sera a cena con … i vichinghi!

vichinghiTutto quello che non sapevate e molto di più…… sui Vichinghi

In Svezia c’è l’Airfur Krog e Bar (a Stoccolma precisamente), se vien voglia di un buon filetto di renna e…..non solo, viene servito anche il cervo e il Rurik’s Feast: un piatto realizzato con tre tipi di carne pollo, agnello e manzo con marinatura; inoltre, sarete accolti in un sotterraneo, sprovvisto sì di finestre, ma con panche in legno rivestite…..pensate un pò, con pelliccia. In Danimarca nel ristorante di tipica cucina vichinga “Valhal” (all’interno del parco giochi Tivoli) a Frederikssiend, sulla tavola dei commensali la carne cotta sulle spade arriva…evidentemente…. nella spada.

E…dalle nostre parti?

Tornando nella nostra terra, a Sorico esiste la “Baita del Vikingo” in cui è possibile gustare, tra l’altro, lo “Sciatt” (frittelle di formaggio). Anche a Roma esiste un locale “Smor” che intrattiene gli ospiti con menù vichingo (in stile street food) dove poter assaporare smorrebrod (panini) il cui ingrediente principale è farina di segale e possono essere ricoperti con burro affiancato da salmone. Ma non è finita qui…c’è una leccornia da poter assaporare: il tunnbrodsrulle (una sorta di piadina impastata con grano duro) che può essere farcita con insalata di patate, wurstel o gamberetti

Ma torniamo un’…”attimo”……(giusto qualche “secolo”) indietro nel tempo!

L’etnia vichinga, originaria della Scandinavia e Danimarca (in seguito anche dalla Groenlandia e dall’Islanda), ebbe il periodo di espansione tra il ‘700 fino a dopo l’anno mille. Erano piuttosto “terribili”….bevevano addirittura in calici formati dai teschi dei nemici uccisi….. Se ritenete che i vichinghi siano estinti completamente vi sbagliate… poichè in Svezia (nelle terre meridionali) esiste un intero villaggio a Fotoviken che è rimasto al “fermo immagine” di qualche secolo fa.
Ma…riprendiamo da dove avevamo interrotto!

Se volete togliervi lo sfizio di una bella zuppa servita in una…”pagnotta” potete recarvi in Repubblica Ceca nel Cafè Svatého Vàclava. Una pietanza succulenta e “rinomata” della cucina vichinga è il “serpente in casseruola” mentre nel ristorante (a tema vichingo) Faviken Magasinet in Svezia è possibile deliziare il palato con del brodo fatto con foglie d’autunno, midollo sciolto e cuore crudo di mucca! Per i più esigenti c’è, in Finlandia, a Viikinkiravintola Harald un locale in cui poter deliziarsi con una grigliata di…… “pernice”.

A cura di Mariacristina Salini