Migranti, Salvini contro Macron: “Continua istericamente la sua guerra al popolo italiano”

Matteo Salvini #chiudiamoiportiMILANO – “Macron continua istericamente la sua guerra al popolo italiano che in quanto a generosità ha poco da imparare”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, al programma ‘105 Matrix’ su Radio 105. Sul vertice di venerdì, ha aggiunto, “decide in totale autonomia il presidente del Consiglio. Certo, dare a un Governo appena insediato del cinico e vomitevole da chi presidia e respinge” non va bene.

L’intervento di Salvini in Senato – “Non abbiamo niente da imparare da nessuno in termini di solidarietà. La nostra storia non merita di essere apostrofata in questi termini da esponenti del Governo francese che spero diano scuse”, ha detto Salvini nella sua informativa al Senato, aggiungendo: “Senza scuse ufficiali Conte fa bene a non andare a Parigi”.

Sui migranti Italia isolata? “Non siamo mai stati così centrali e ascoltati – ha detto il ministro dell’Interno, riferendo dei vari colloqui avuti con i colleghi di altri Paesi europei: “Se l’Europa c’è batta un colpo ora o taccia per sempre, c’è un’attenzione che mai c’era stata prima, è l’occasione per giocarsi bene le carte”.

“Non voglio che bambini vengano messi su un gommone e muoiano nel Mediterraneo – ha affermato Salvini – perchè qualcuno li illude che in Italia c’è lavoro e casa per tutti. Sono stufo”.

Infine: “Ringrazio la Spagna e ringrazio il buon cuore del presidente Sanchez. Mi auguro e spero che eserciti la sua generosità anche nelle prossime settimane, avendo spazio per farlo”, ha detto Salvini ricordando che l’Italia accoglie 170mila migranti e la Spagna 16mila.