Musica per Roma presenta “Ballo!”, suoni, sapori e culture tradizionali

Ballo!

Cantori musicisti e danzatori per dare vita a “Saltarella”, uno spettacolo di grande forza rappresentativa

Giovedì 29 giugno, Cavea, ore 21, Auditorium Parco della Musica di Roma. Un progetto originale di Ambrogio Sparagna dedicato alle danze, alle musiche e ai canti dalle terre dell’Alta Sabina.

Questa ottava edizione di Ballo! è dedicata alla riscoperta e alla reinterpretazione dello straordinario repertorio della “Saltarella”. Tipica danza tradizionale diffusa nell’area dell’Alta Sabina, un territorio segnato recentemente dall’esperienza drammatica del terremoto.

Per omaggiare questa grande tradizione, lo spazio della Cavea ospiterà decine di cantori musicisti e danzatori provenienti da tutta l’area per uno spettacolo di grande forza rappresentativa. Con il Coro e l’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica. Oltre al gruppo di danzatori tradizionali diretti da Francesca Trenta.

Saltarella rappresenta, quindi, un’occasione speciale per conoscere la straordinaria ricchezza del patrimonio tradizionale di quella parte degli Appennini. Partecipare ad una grande festa popolare che coinvolgerà il grande pubblico della cavea.

BALLO!

Lo spettacolo “Ballo!” ha lo scopo di costruire un tessuto di socialità e di attività culturali in alcuni dei comuni dell’area colpita dal terremoto. Al centro del lavoro il ricco patrimonio folklorico dell’area dove la musica e la danza popolare rappresentano dei segni identitari di grande valore. Occasione di spirito comunitario, che coinvolge e accomuna storie e culture.

In particolare nei Comuni di Borbona, Posta e Leonessa, il calendario di azioni prevede il coinvolgimento dei gruppi e degli artisti popolari della zona. La collaborazione con gli appuntamenti festivalieri e rituali già presenti. L’avvio di attività laboratoriali finalizzate alla formazione, o al reinserimento nel tessuto professionale, di quanti nei paesi del cratere fanno musica, cantano, ballano, costruiscono strumenti musicali, creano poesia.