Nardò: coltivava marijuana e si appropriava di energia elettrica, arrestato dalla polizia

Nardò: coltivava marijuana e si appropriava di energia elettrica, arrestato dalla polizia
Nardò: coltivava marijuana e si appropriava di energia elettrica, arrestato dalla polizia

NARDO’ (LE) – Nelle ultime settimane sono stati incentivati, da parte del personale del Commissariato di Nardò,  i servizi finalizzati alla repressione del traffico di sostanze stupefacenti in quel comune e, proprio nel corso di questa attività sono emersi dei sospetti nei confronti di un giovane incensurato, di 35 anni, fino a quando, nella mattinata di oggi, gli agenti del Commissariato hanno effettuato una perquisizione domiciliare che consentiva di individuare, all’interno della sua abitazione, in due distinti vani, di una vera e propria serra  con la piantumazione di 16 rigogliose  piante di marijuana.

La serra era munita di un sofisticato impianto di irrigazione e di illuminazione con potenti lampade, nonché di ventilazione forzata, timer, fertilizzanti e sostanze chimiche atte a verificare il Ph dell’acqua, mentre l’energia elettrica veniva fraudolentemente prelevata da un armadio stradale dell’Enel (cabina elettrica) collegato all’abitazione del fermato con un grosso cavo appositamente installato ma ben mimetizzato.

Durante la perquisizione venivano rinvenute altresì 8 dosi pronte per la vendita e un bilancino di precisione. Pertanto l’uomo veniva arrestato per i reati di produzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e furto aggravato di energia elettrica.