Eventi in Abruzzo

Pescara, graduatoria supplenti nidi d’infanzia e scuole dell’infanzia comunali: scadenza domande

PESCARA – L’assessore alla Pubblica istruzione Roberto Renzetti ha reso noto che il  Comune di Pescara cerca educatori-supplenti per le scuole materne comunali e i  sette nidi d’infanzia. Scadranno domenica 18 agosto, i termini ultimi per la partecipazione all’avviso pubblico per soli titoli per la formazione della graduatoria unica di supplenti a tempo determinato, pieno e parziale, del personale educativo. Si tratta del nuovo bando, dopo quello emanato cinque anni fa, nel 2008, e la nuova graduatoria resterà in vigore per i prossimi tre anni, dando all’Ufficio Pubblica istruzione lo strumento utile cui attingere nel caso in cui fossero necessari supplenti, una misura straordinaria utile a garantire all’amministrazione comunale la disponibilità di personale all’occorrenza a fronte del blocco totale delle nuove assunzioni a tempo indeterminato imposto dal rispetto del patto di stabilità.

Ha spiegato Renzetti:

il  patto di stabilità  ci impone di tenere sotto stretto controllo la spesa per il personale e ci impedisce di effettuare nuove assunzioni, ovviamente tramite regolari procedure concorsuali, al fine di compensare i pensionamenti che ogni anno si fanno più numerosi andando a interessare anche il personale educativo che opera nelle nostre scuole d’infanzia e soprattutto negli asili nido, personale che deve avere anche una preparazione professionale specifica, proprio perché un educatore deve avere le competenze necessarie per gestire un bambino, specie nella fase evolutiva, occupandosi sia del suo benessere psico-fisico, ma anche della prima preparazione didattica in vista del suo successivo ingresso nella scuola primaria. A questo punto l’unica soluzione per fronteggiare tali necessità resta la disponibilità di personale cui affidare eventuali periodi di supplenza, senza lasciare scoperti servizi primari e comunque garantendo una sorta di continuità ai bambini. L’ultima graduatoria per le supplenze è stata redatta cinque anni fa e ora si è presentata la necessità di un suo aggiornamento, perché magari molti educatori precari, nel frattempo, hanno trovato un lavoro stabile e comunque per permettere anche a neo-diplomati e neo-laureati di mettersi in lizza. La selezione si svolgerà per soli titoli, dunque senza alcun esame, e la graduatoria che andremo a costituire sarà unica, quindi valida sia per i nidi d’infanzia che per le scuole materne comunali; i contratti stipulati saranno a tempo determinato e non potranno in alcun modo essere trasformati in tempo indeterminato. Per essere ammessi alla selezione i candidati dovranno essere in possesso di alcuni requisiti tra cui il diploma di Scuola Magistrale, il diploma di indirizzo pedagogico che abilita all’insegnamento nelle scuola materne, il diploma di maturità rilasciato dal Liceo socio-psico-pedagogico, il diploma di assistente di comunità infantile rilasciato dall’Istituto tecnico femminile, oltre, ovviamente, ai diplomi di laurea”. Ovviamente sono richiesti anche la cittadinanza italiana o di uno degli stati appartenenti all’Unione Europea, il godimento dei diritti civili, il non aver riportato condanne penali, non essere dispensati dall’impiego presso una Pubblica amministrazione. “La partecipazione alla selezione – ha proseguito l’assessore Renzetti – avviene mediante l’invio del modulo di domanda con modalità telematica attraverso la posta elettronica certificata personale, e le domande dovranno essere presentate entro domenica prossima, 18 agosto, all’indirizzo di posta certificata protocollo@pec.comune.pescara.it, in formato Pdf. La graduatoria generale sarà redatta mediante la valutazione dei titoli in ordine decrescente sulla base del punteggio finale, graduatoria che verrà stilata da una Commissione nominata dal Dirigente del Settore risorse umane, dando precedenza ai titoli di servizio, quindi titoli di studio e, infine, curriculum professionale. La classifica finale verrà approvata con determina dirigenziale, avrà una durata triennale e sarà utilizzata a decorrere dall’anno scolastico 2013-2014. Già definite le modalità delle chiamate per le assunzioni a tempo determinato: i candidati verranno contattati telefonicamente o tramite email o messaggi telefonici ai recapiti indicati nella domanda. L’educatore contattato saròà tenuto personalmente ad accettare o a rinunciare alla supplenza temporanea proposta entro le ventiquattro ore dal messaggio telefonico o dalla email. In caso di rinuncia alla proposta lavorativa in sede di apertura dell’anno scolastico o in corso d’anno, o in caso di dimissioni dal contratto di lavoro in essere, il candidato verrà collocato in fondo alla graduatoria.

[articolo letto 692 volte]