Aeroporto d’Abruzzo: nel 2015 il traffico dei passeggeri è aumentato del 9,08%

Aeroporto d'AbruzzoPESCARA – Con la conclusione del vecchio anno, anche per la Saga, societa’ che gestisce l’aeroporto d’Abruzzo, e’ tempo di bilanci. Il consuntivo sul volume di traffico 2015 attesta un suo andamento in ascesa.

Superando la soglia delle 600.000 unita’, lo scalo abruzzese chiude il 2015 con un incremento del 9,08%, e un progressivo gennaio-dicembre pari a 607.004 passeggeri, rispetto ai 556.470 del 2014.

Anche il mese di dicembre si chiude positivamente con un incremento del 12%, pari a 45.365 passeggeri rispetto ai 40.414 dell’anno 2014. L’esperimento pilota dei tre collegamenti quotidiani con l’hub strategico di Fiumicino ha raggiunto nel secondo semestre dell’anno una media di quasi 7.000 passeggeri mensili. Nuovo anno, nuovi step: si avvia un nuovo piano di programmazione riguardo ai lavori infrastrutturali, gia’ appaltati per quasi 12 milioni grazie alla impiego dei fondi Fas, e la nuova policy commerciale in linea con la normativa sugli aiuti di stato tesa a sollecitare i vettori a sviluppare la loro attivita’ sullo scalo abruzzese. Si comincia gia’ con due nuovi voli settimanali per e da Catania, appena inaugurati per le feste natalizie.

“A fronte di un andamento economico congiunturale ancora denso di molteplici negativita’ – sottolinea il presidente della Saga, Nicola Mattoscio – l’aeroporto da Abruzzo raggiunge il proprio massimo storico di passeggeri e, insieme a pochi altri scali italiani, incrementa significativamente il proprio traffico. Cio’ e’ tanto piu’ soddisfacente se si considera che la crescita e’ dovuta in particolare al traffico non incentivato, anche in coerenza con gli obiettivi del nuovo piano industriale di cui si em dotata la societa’ di gestione dello scalo”.