Basket, Chieti-Roseto 81-83: successo al fotofinish per gli Skarks

Basket, Chieti-Roseto 81-83CHIETI – La Mec-Energy conquista per la seconda volta il derby contro la Proger. Chieti-Roseto 81-83 al termine di una gara molto combattuta fino alla fine. Nei primi due quarti, i ragazzi di coach Trullo hanno subito la fisicità e le alte percentuali al tiro dei padroni di casa, ma nel terzo quarto, esattamente come è accaduto a Legnano, hanno alzato la pressione in difesa, lasciando meno spazio agli avversari per tiri comodi. Gli ultimi minuti sono stati giocati punto a punto, ma Moreno ha tirato fuori dal cilindro il gioiello che ha chiuso la partita in favore dei biancoazzurri. Nelle fila degli ospiti, il miglior realizzatore è stato Bryon Allen con 26 punti (col 72% da 2) ai quali si aggiungono 4 rimbalzi e 3 assist, seguito dai 18 con 8 rimbalzi e 5 assist di Weaver e i 12 con 6 rimbalzi e 5 assist del match-winner Moreno. Per i padroni di casa, miglior marcatore Lilov con 29 punti (con il 60% da 2 e il 45% da 3), ai quali si aggiungono 6 rimbalzi e 4 falli subiti, seguito dai 23 (col 68% da 2) con 8 rimbalzi di Armwood. Archiviato questo derby dall’esito positivo, adesso sarà la Remer Treviglio l’avversaria degli Sharks: appuntamento per domenica 28 febbraio alle ore 18 al PalaMaggetti, non mancate!

IL MATCH – Alla palla a due, coach Galli si presenta con Monaldi playmaker, Lilov guardia, Sergio e Allegretti ali, Armwood pivot, mentre coach Trullo lancia Marulli in cabina di regia, Allen e Papa esterni, Weaver e Bryan sotto canestro. Sblocca Allen in penetrazione, risponde Allegretti in appoggio e Lilov con un 2+1: 5-2 dopo un minuto di gioco. Weaver accorcia, ma Armwood schiaccia il 7-4. Allen recupera palla e appoggia in contropiede, poi Bryan porta Roseto avanti sul 7-8 con un bel movimento. Allen infila un tripla, Lilov risponde da 3, Papa segna con l’aiuto del ferro: 10-13 dopo 4:10 di gioco. Armwood dalla media, Bryan da sotto per il 12-15 di metà quarto. Armwood schiaccia il -1, Monaldi e Lilov per il +4 Chieti, Weaver e Armwood a segno per il 21-17 a 2:30 dalla prima sirena. Weaver realizza 4 punti per il pari a quota 21, ma Sergio e Lilov confezionano il 24-21 con cui si chiude il primo quarto. In apertura di secondo quarto, Sergio realizza il +5 in penetrazione, ma Allen risponde innescato da Weaver per il 26-23. Piazza e Vedovato muovono il punteggio sul 31-23, poi Borra ispira il canestro del -6 di Marulli. Lilov manda a bersaglio una tripla, Piccoli fa ancora centro (36-25), poi Weaver confeziona il 2+1 del 36-28 a 6 minuti dall’intervallo. Lilov e Monaldi per il +12 Proger, ma Moreno e Marulli sbloccano gli Sharks per il 40-32. Bryan continua sulla stessa scia col 2+1 del -5, ma commette il suo terzo fallo su Armwood: 1/2 ai liberi e 41-35. Marulli si prende una tripla aperta e non la sbaglia, ma Allegretti e Armwood da sotto realizzano il 45-38. Allen centra il bersaglio per il -5, Lilov fa canestro da 3 per il 48-40 con cui le squadre tornano negli spogliatoi.

La ripresa inizia con i canestri di Papa e Bryan per il 48-44. Lilov ferma l’emorragia, ma Allen apre un parziale solitario di 7-0 per il sorpasso sul 50-51 che costringe coach Galli a chiamare time-out. La sospensione non sortisce però gli effetti sperati perché Weaver appoggia in contropiede e Weaver in penetrazione firma il 50-55. Lilov sblocca i suoi da 3, Papa fa 1/2 ai liberi e Lilov firma il pari dall’arco ma Borra appoggia il 56-58. Armwood pareggia dalla media, Allen infila una tripla ma Armwood accorcia con un tiro forzato sul 60-61. Moreno lancia Allen in contropiede per il 60-63 con cui si chiude uno spettacolare terzo quarto degli Sharks. All’inizio del terzo quarto, Monaldi appoggia il -1 e poi infila la bomba del sorpasso, ma Moreno ristabilisce la parità a quota 65. Borra riporta avanti i suoi, poi Allegretti la pareggia a cronometro fermo: 67-67 a 5:45 dalla fine. Allen si inventa un canestro strappa applausi, ma Armwood non si fa attendere e muove il punteggio sul 71-69. Weaver pareggia i conti, poi Marini appoggia in coast-to-coast il 71-73 a 3:44 dalla fine. Lilov confeziona il 2+1 del sorpasso e il canestro in contropiede del +3, ma Moreno manda a bersaglio la tripla del 76-76. Piazza fa canestro da 3, Weaver pareggia con la stessa carta: 79-79 a 1:05 dalla fine. Allen fa 1/2 ai liberi, Armwood firma il sorpasso, ma Moreno sgancia la bomba dell’81-83 a 20 secondi dalla fine. Armwood prova la preghiera ma la palla si blocca fra ferro e tabellone, gli arbitri danno possesso a Roseto con 5 secondi sul cronometro. Borra, però, commette fallo a 2 secondi dalla fine e regala un ultimissima speranza alla Proger. La preghiera da oltre metà campo di Lilov, tuttavia, si ferma sul ferro e il match si chiude sull’81-83. La società ringrazia i dirigenti della Proger Chieti per la calorosa accoglienza da loro offerta all’arrivo al palazzetto.

TABELLINO:

CHIETI-ROSETO 81-83

Chieti: Piazza 6, Allegretti 6, Marchetti ne, Sipala ne, Piccoli 2, Vedovato 2, Sergio 3, Lilov 29, Monaldi 10, Armwood 23, De Martino ne All: Galli

Roseto: Allen 26, D’Emilio ne, Borra 4, Ferraro ne, Papa 5, Marini 2, Mariani ne, Trevisan ne, Bryan 9, Marulli 7, Moreno 12, Weaver 18 All: Trullo

Arbitri: Grigioni, Tirozzi, Yao Yang

Note: Parziali: 24-21, 48-40, 60-63. Chieti: 33/71 dal campo, 24/39 da 2, 9/32 da 3, 6/11 ai liberi, 35 rimbalzi (9 offensivi), 14 assist, 14 palle perse, 8 palle recuperate. Roseto: 36/72 al tiro, 29/48 da 2, 7/24 da 3, 4/9 ai liberi, 40 rimbalzi (11 offensivi), 17 assist, 14 palle perse, 3 palle recuperate. Usciti per 5 falli: Bryan Luogo: Pala Tricalle Turno di A2 Silver: 23°.