D’Incecco su paralisi della Commissione comunale Ambiente

Vincenzo D'InceccoPESCARA – “La Commissione Ambiente al Comune di Pescara versa in una condizione di totale paralisi: nonostante i mille problemi che andrebbero discussi e che giustificherebbero una seduta al giorno, nonostante due mie richieste specifiche di convocazione per affrontare la questione del sansificio e gli sversamenti abusivi nel fiume, datate rispettivamente 15 e 29 gennaio, a oggi il Presidente della Commissione Perfetto continua a non indire le riunioni, né a programmarle, né tantomeno a fornire una giustificazione. Ovviamente chiediamo un momento di chiarezza, ma soprattutto chiediamo che la Commissione possa tornare a lavorare con regolarità per dare modo di affrontare anche le questioni spinose che stanno travolgendo il nostro territorio”. Lo ha detto il Vicecapogruppo di Forza Italia al Comune di Pescara Vincenzo D’Incecco, membro della Commissione comunale Ambiente.

“Lo scorso 15 gennaio – ha spiegato il Vicecapogruppo D’Incecco –, in piena emergenza smog, per la quale erano state adottate le targhe alterne, ho formalmente richiesto la convocazione di una seduta della Commissione Ambiente sul ‘caso’ del sansificio di via Raiale, sollecitando anche la presenza dei rappresentanti dell’Arta e della Provincia di Pescara, anche per conoscere la realtà dei fatti circa la chiusura della struttura aziendale e delle circostanze che l’avevano determinata.

Subito dopo, il 29 gennaio, ho richiesto la convocazione di un’altra seduta della Commissione Ambiente per parlare degli scarichi abusivi e degli sversamenti nel fiume denunciati da cittadini e Associazioni, anche in questo caso garantendo la presenza dei tecnici dell’Arta per capire quale fosse lo stato delle verifiche su quegli scarichi e come si stesse procedendo in vista della stagione balneare 2016.

Oggi siamo al 5 febbraio e le due richieste del 15 e del 29 gennaio sono rimaste senza alcuna risposta: le due sedute di Commissione non sono mai state convocate dal Presidente, né tantomeno sono state programmate, anzi la Commissione Ambiente ha proprio fermato i propri lavori, ovvero non viene riunita neanche su altre tematiche, e non ne conosciamo le ragioni. Possiamo ipotizzare un imbarazzo della maggioranza di Governo del Pd nell’affrontare tali tematiche, ma questo imbarazzo non autorizza il blocco dei lavori di una Commissione che ha il dovere di operare, discutere, approfondire, e capire.

Pescara oggi sta vivendo una tale quantità di problematiche che investono in pieno il settore Ambiente che il presidente Perfetto potrebbe convocare la sua Commissione anche 5 giorni a settimana. Forza Italia chiede di conoscere formalmente le ragioni di tale stallo – ha ancora detto il vicecapogruppo D’Incecco -, ma soprattutto chiede che vengano subito fissate le due sedute inerenti il sansificio e gli sversamenti abusivi”.

(foto da pagina facebook di Vincenzo D’Incecco)